martedì, 16 luglio, 2019
Sei qui: Home / ATTORI-REGISTI / E - F / Giuseppe Emiliani

Giuseppe Emiliani

Giuseppe Emiliani Giuseppe Emiliani

Regista e autore di teatro, è stato vincitore del Pegaso d'Oro 2004 per la regia teatrale del Premio Internazionale Flaiano.
Nel 1979 fonda e dirige la Compagnia Teatromodo di Venezia, per la quale cura la messinscena di numerosi spettacoli con particolare predilezione per testi del primo ‘900.
Nel 1992 fonda la Compagnia Teatro Niovo con la quale mette in scena: Il giuocatore di Carlo Goldoni e Carlo Gozzi di Renato Simoni.
Nel 1994 inizia la sua collaborazione con il Teatro Stabile del Veneto con le regie di: Chi la fa l'aspetta (di Carlo Goldoni) (1994) con Antonio Salines, I due gemelli veneziani (di Carlo Goldoni) (1995) con Sergio Romano, Marta mia, caro Maestro (dall' epistolario Pirandello - Marta Abba) con Giulio Bosetti e Marina Bonfigli (1995), Una delle ultime sere di carnovale (di Carlo Goldoni) (1996) con Antonio Salines, Marina Bonfigli, Camillo Milli, Donatella Ceccarello, Le ultime lune (regista assistente) di F. Bordon con Marcello Mastroianni (1996), La collina di Euridice (di Paolo Puppa) (1997) con Virginio Gazzolo e Ivana Monti, La trilogia di Zelinda e Lindoro (di Carlo Goldoni) (1999) con Mario Valgoi.
Dirige la Scuola di teatro del Teatro Stabile del Veneto e cura i saggi dei corsi di recitazione negli anni 1997, 1998, 2000.
Per il Teatro Carcano di Milano dirige: L'uomo, la bestia e la virtù (di Luigi Pirandello) (1997) con Giuseppe Pambieri e Lia Tanzi, Un amore (di Dino Buzzati) con Giulio Bosetti e Marina Bonfigli (1998), Vaghe stelle dell'orsa (da Giacomo Leopardi) (1988) con Giulio Bosetti, Una dolcezza inquieta (da Eugenio Montale) (1988) con Giulio Bosetti.
Per il Teatro Filodrammatici di Milano dirige George Dandin (di Molière) (1998).
Autore e regista di Bonne Nuit, Monsieur Goldoni (pubblicato da Primafila e rappresentato a Parigi) ( Coop.Teatro Argot in collaborazione col Teatro Stabile del Veneto) (2001) con Mario Valgoi.
Per la Compagnia Pambieri-Tanzi (Broken Silence) dirige Vite Private di Noel Coward (2002).
Per la Compagnia I fratellini di Firenze: Il guardiano (di Harold Pinter) (2000) con Marcello Bartoli e Dario Cantarelli, Arlecchino servitore di due padroni (di Carlo Goldoni) (Estate Veronese, 2001) Don Giovanni di Moliére (2003).

Per il Teatro di Verdura di Milano allestisce A Ghisola, tuo Gabri (adattamento drammaturgico dal carteggio Duse -D’Annunzio) con Franca Nuti e Giancarlo Dettori (2004)

Per il Teatro Fondamenta Nuove di Venezia allestisce Notturni indiani in occasione del Carnevale 2004, cura la regia di Clitennestra per una notte da Eschilo a Marguerite Yourcenar con Marta Paola Richeldi e dirige Il Campiello di Carlo Goldoni per il Carnevale 2005.

Tiene stages internazionali.
Ha insegnato Drammaturgia presso la Facoltà di Lingue e letterature straniere dell’ Università Cà Foscari di Venezia.
E’ docente dell’ Accademia dell’Arte di Arezzo.
Collabora stabilmente con il Teatro Fondamenta Nuove di Venezia.

Nel 2005 è invitato al prestigioso Teatro Malyi di Mosca  dove viene rappresentato il suo “Arlecchino servitore dei due padroni” con la compagnia de I Fratellini.
Lo stesso spettacolo nel 2004 aveva partecipato al Festival Internazionale di Shizuoca (Giappone)

Per la Biennale Musica di Venezia 2005, in collaborazione con il Teatro Fondamenta Nuove, cura la regia dello spettacolo Un avatar del diavolo (da “Pour en finir avec le jugement de dieu” di Antonin Artaud) musiche di Roberto Doati e videoscenografie di Paolo Pachini.

Autore del testo La commedia dell’angelo nero che viene rappresentato nel 2005 a  San Pietroburgo (coproduzione del Teatro Baltijskij Dom di San Pietroburgo e il Teatro Metastasio di Prato.

Cura l’adattamento drammaturgico e la mise en space di Pilade di P.P. Pasolini (AGIS triveneto 2006) e La Tana di Franz Kafka.

Autore e regista  di Caro Marcello, caro Federico interpretato da Carlo Simoni e Antonio Salines (2006).

Autore del testo Il giorno del cantico, (The Day of the Song) rappresentato al Wish Theater di New York (2006).

Per la Biennale Teatro di Venezia 2006 dirige La donna serpente di Carlo Gozzi, scene di Graziano Gregori, musiche di Uri Caine (Coproduzione  del Teatro Fondamenta Nuove, Compagnia I Fratellini, Comune di Venezia, Teatro Stabile del Veneto, Teatro Metastasio di Prato, la Biennale di Venezia).

Per il Carnevale di Venezia 2007 cura la regia di Tu non sai cos’è l’amore dal romanzo omonimo di Marco Franzoso, prodotto dal Teatro Fondamenta Nuove, Comune di Venezia e Azienda Promozione Turistica di Venezia.

Per la Biennale Teatro 2007 e in occasione del Trecentenario goldoniano allestisce Sior Todero Brontolon di Carlo Goldoni  con Giulio Bosetti, prodotto dal Teatro Fondamenta Nuove in coproduzione con il Teatro Carcano, Teatro Stabile del Veneto, Comune di Venezia, Regione del Veneto.

Per il Teatro Carcano cura la regia e l’adattamento drammaturgico di Dialoghi con Socrate (dall’Apologia di Socrate, Critone, Fedone di Platone) con Giulio Bosetti.

Cura la regia de Notre-Dame de Paris (da Victor Hugo, adattamento di Luigi Lunari) con Antonio Salines per il Festival di Serravalle 2008 e dell’opera buffa I bagni di Abano di Carlo Goldoni per il comune di Abano.

Cura la regia dello spettacolo La riga nei capelli di William Holden del drammaturgo spagnolo Josè Sanchis Sinisterrra, prodotto dal Teatro Fondamenta Nuove, Venezia inscena, con il contributo del Ministero della Cultura spagnolo.

Per la Biennale Teatro 2008 conduce il laboratorio internazionale "Il teatro come arte della navigazione" in preparazione dello spettacolo Capitano Ulisse di Alberto Savinio che debutta nel febbraio 2009 coprodotto dal Teatro Stabile La Contrada di Trieste, Teatro Fondamenta Nuove, Comune di Venezia, La Biennale Teatro, con Antonio Salines, Vanessa Gravina, Virgilio Zernitz.

Ultima modifica il Domenica, 02 Giugno 2013 09:54
La Redazione

Questo articolo è stato scritto da uno dei collaboratori di Sipario.it. Se hai suggerimenti o commenti scrivi a comunicazione@sipario.it.

Altro in questa categoria: Davide Enia »

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.