lunedì, 17 dicembre, 2018
Sei qui: Home / Attualità / Comunicati Stampa / I CANTIERI DEL SUONO - UN VIOLINO DEL 1793: UN PROGETTO TRA MUSICA, ARTE E SCIENZA

I CANTIERI DEL SUONO - UN VIOLINO DEL 1793: UN PROGETTO TRA MUSICA, ARTE E SCIENZA

I CANTIERI DEL SUONO
UN VIOLINO DEL 1793: UN PROGETTO TRA MUSICA, ARTE E SCIENZA

La Fondazione Bracco ha organizzato un evento speciale in merito al ritrovamento di un preziosissimo oggetto ormai ultracentenario. Si tratta del 'Piccolo', un violino di misura ridotta, creata dal cremonese Lorenzo Storioni. Lo strumento entra a far parte come 'piccolo gioiellino' della liuteria, (tecnica artigianale riconosciuta come forma artistica di progettazione, costruzione e restauro di strumenti musicali) risalente alla fine del '700.
La città di Cremona ha accolto e custodito questo dono e, nel marzo 2019, avrà l'onore di poterlo esporre nella collezione permanente del Museo del Violino. Il Piccolo verrà studiato dai laboratori di ricerca adeguati e successivamente subirà una fase di restauro, che verrà adoperata dagli studenti del corso di Laurea in 'Restauro di strumenti musicali e scientifici' dell'Università degli Studi di Pavia.
In merito alla fase di restauro il Sindaco della città di Cremona, Gianluca Galimberti, si dichiara orgoglioso della possibilità data ai futuri laureati. La speranza che Galimberti nutre per il nostro Paese è quella di poter riportare l'arte all'interno delle scuole, inserendola nel piano di studi alla pari delle altre materie. Il suo augurio è quello di avvicinare gli italiani a tutte le forme artistiche. Si è parlato di musica, cinema, teatro e pittura, tutte tematiche che vengono sacrificate dalle stesse istituzioni scolastiche. Auspicando in un futuro ricco di novità nello scenario artistico nazionale.
Ritornando al 'Piccolo', il violino prende questo nome per via delle sue dimensioni, infatti si crede sia stato creato per un bambino. Pur avendo la cassa armonica di dimensioni simili ai violini per adulti, la lunghezza delle corde del Piccolo è inferiore rispetto al classico violino 4/4 (denominazione tecnica utilizzata per indicare un strumento pensato per musicisti adulti), motivo per il quale la teoria che il Piccolo sia uno strumento per bambini viene confermata.
Da gennaio 2018, data stimata del ritrovamento, il violino è stato aperto e analizzato attraverso l'utilizzo di diverse luci, tre nel particolare: luce visibile, o comunemente conosciuta come luce led che restituisce un'analisi sul colore dello strumento, luce ultravioletta, che riflettendo sullo strumento restituisce una visibilità del colore in maniera differente rispetto alla prima tipologia di luce e la radiografia, una tecnica digitale che informa sullo stato di conservazione dello strumento. Da questa analisi si evince che il colore originale è vicino alle tonalità dell'arancio; molto probabilmente sono stati utilizzati prodotti naturali, come l'olio, prima della colorazione; il violino ha subito vari processi di riparazione dall'interno, attraverso l'inserimento di carta per rafforzare la base intaccata dal tempo.
Il progetto Violino 'Piccolo' 1793 di Lorenzo Storioni fa in realtà parte di un progetto più ampio, che prende il nome di 'I Cantieri del Suono'. Esso prevede lo sviluppo di differenti iniziative di studio, restauro e valorizzazione di strumenti musicali. Grazie alla partnership fra: la Fondazione Bracco, il Comune di Cremona, il Distretto Culturale della Liuteria, il Museo del Violino e l'Università degli studi di Pavia.

Francesca Totaro

Ultima modifica il Venerdì, 28 Settembre 2018 09:22

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via G. Rosales 3, 20124 Milano MI, Italy
  • +39 02 65 32 70

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.