lunedì, 20 maggio, 2019
Sei qui: Home / Attualità / DAL MONDO / Non categorizzato / Florence Dance Festival 2012 - Not-Two is peace

Florence Dance Festival 2012 - Not-Two is peace

Not-Two is peace

Not-Two Is Peace, ultima produzione artistica della Florence Dance Company con le coreografie di Keith Ferrone e la direzione artistica di Marga Nativo.
Sulla tematica Vespucciana questo nuovo entusiasmante lavoro è l’unione di danza, musica, arte e pace. La Florence Dance Company ha rinnovato la fertile collaborazione con l'artista e filosofo internazionale Adi Da Samraj, ispirandosi questa volta all'opera letteraria e artistica di Adi Da Samraj, “Not-Two Is Peace” in cui viene esposta la teoria dell’unità intrinseca degli esseri umani e il presupposto della non-separazione che trascende i conflitti globali.
Proficua collaborazione con il compositore Andrea Portera, le sue musiche sono state eseguite dal vivo dai musicisti dell'Ensemble Nuovo Contrappunto nell’anteprima del 2 e 3 Dicembre 2011 al teatro Cantiere Florida, come dal vivo è stata l’esibizione della pianista e compositrice Naamleela Free Jones. Lo spettacolo include anche un cameo “Still Life” dell’artista fiorentino Mario Mariotti. Nella prima parte del balletto è messa in scena una raffigurazione della pace, dimenticata per lasciare spazio alle inclinazioni dell’ego umano che conducono alla distruzione, con il riaffiorare poi della speranza con il ritorno della pace. La seconda parte del balletto introduce una nuova serie di immagini di Adi Da Samraj proiettate nello spazio digitale, alle spalle dei ballerini. L’immagine simbolo è Not-Two Is Peace, immagine che esamina il significato e l’unione di tutti i processi opposti che esistono nel mondo.
I ballerini danzano con la simultanea proiezione di queste immagini, una sorta di struttura molecolare che si trasforma in una serie di arcobaleni circolari di colori opposti. Gli arcobaleni si ripetono in modo simile alla riproduzione cellulare che è il passaggio obbligatorio per la nascita della vita umana. Nel finale ricompare l’arcobaleno con un grande cerchio bianco al centro dello schermo. L’immagine del cerchio è in totale sincronia con i danzatori che si uniscono dando vita al cerchio della pace, al quale partecipa anche il pubblico come significato ultimo di unità indifferenziata e pace.

Ultima modifica il Mercoledì, 19 Dicembre 2012 08:50
La Redazione

Questo articolo è stato scritto da uno dei collaboratori di Sipario.it. Se hai suggerimenti o commenti scrivi a comunicazione@sipario.it.

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.