giovedì, 15 novembre, 2018
Sei qui: Home / Attualità / I fatti / Premio nazionale Franco Enriquez alla drammaturgia - "Teatro" di Angela Di Maso. -a cura di Nicola Arrigoni

Premio nazionale Franco Enriquez alla drammaturgia - "Teatro" di Angela Di Maso. -a cura di Nicola Arrigoni

"Teatro" di Angela Di Maso "Teatro" di Angela Di Maso

Fresca fresca del Premio nazionale Franco Enriquez alla drammaturgia, con due giganti del cinema e del teatro ad aprire la sua silloge teatrale: Pupi Avati ed Enzo Moscato, Angela Di Maso raccoglie i frutti di una passione per la scena e la scrittura che il volume Teatro, semplicemente intitolato, Teatro, ben custodisce. Avati definisce la poetica di Di Maso «cruda, dolorosa, abrasiva, lontana da alcun atteggiamento consolatorio proprio perché intenta al continuo rastrellamento di tutto ciò, che pur essendo riconducibile al quotidiano, possa disturbare». Nel dire del Teatro di Di Maso la scrittura, il ritmo dei dialoghi, la forza delle parole hanno una potenza che ben s'attaglia alle vicende, alle situazioni narrate e alla fin fine le trascende, sublimandole. A definire l'ambiguità e l'eccesso narrante dell'autrice partenopea è un altro partenopeo che dell'eccesso, dell'iperbole, della poesia che ustiona ha fatto una ragione non solo creativa. In questo senso quanto scrive Moscato appare illuminante: «Né tragedie, né drammi, né commedie, né farse, secondo me – non mi pare sia il genere o i generi il laccio dentro cui vorrebbe chiudersi! – ma piuttosto dei singolari, bizzarri in folio – a volte più smilzi, altre più consistenti, in quanto a numero di azioni e parole», scrive Enzo Moscato nell'articolata e ispirata introduzione al volume. Che si tratti di Ecce Virgo, storia di una monaca di clausura, o ancora de Il Catalogo, oppure di Miserere o ancora di Guardami, liberamente ispirato a Filumena Marturano o dei corti che chiudono il libro le storie raccontate da Angela Di Maso, le situazioni presentate dalla drammaturga scottano di passione, sono incandescenti e non solo perché spesso chiamano in causa aspetti della sessualità, il desiderio carnale e fisico come cartina di tornasole di un inquieto e a tratti annichilente desiderare. E allora il desiderio di figli ne Il catalogo è disumanizzante, così come la voglia di calore corporeo in Ecce Virgo. Angela Di Maso mette in scena un perenne, insistito e interrogante cuoio dissolvi, una necessità di essere nell'altro e dell'altro che spiazza, inquieta per la sua assolutezza e per la capacità dei personaggi femminili di vivere di una determinazione a tratti autolesionista. Senza voler sminuire il racconto dei vari pezzi che compongono la composita opera drammaturgica di Angela Di maso, ciò che stupisce del suo Teatro è la lingua, sono le parole cesellate, i dialoghi intensi e tesi che dietro una pausa, una virgola o puntini di sospensione celano sorprese, intrecci, inattese soluzioni per lo spettatore e per i personaggi accomunati dal medesimo senso di inespresso e inesprimibile bisogno di completezza. Ci si immerge nella lettura dei testi di Di Maso con curiosità e ingaggiando un viaggio verso l'inatteso che ogni anima e corpo porta con sé nel tessere relazioni con l'altro da sé.

Nicola Arrigoni

Angela Di Maso, Teatro, prefazione di Pupi Avati, introduzione di Enzo Moscati,
Guida Editori, Napoli, 18 euro.

Ultima modifica il Lunedì, 03 Settembre 2018 20:48

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via G. Rosales 3, 20124 Milano MI, Italy
  • +39 02 65 32 70

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.