domenica, 18 novembre, 2018
Sei qui: Home / Attualità / I fatti / PREMIO LE MASCHERE DEL TEATRO ITALIANO 2018, ECCO I VINCITORI. -a cura di Simona Buonaura

PREMIO LE MASCHERE DEL TEATRO ITALIANO 2018, ECCO I VINCITORI. -a cura di Simona Buonaura

“La cupa”, regia di Mimmo Borrelli. Foto Marco Ghidelli “La cupa”, regia di Mimmo Borrelli. Foto Marco Ghidelli

PREMIO LE MASCHERE DEL TEATRO ITALIANO 2018, ECCO I VINCITORI

La serata conclusiva del premio "Le Maschere del Teatro Italiano 2018" si è svolta al Teatro Mercadante di Napoli ed è stata trasmessa in diretta differita su Rai Uno. Al timone della trasmissione anche quest'anno Tullio Solenghi, che nel ruolo di presentatore convince e riesce a mettere da parte quello di attore, nonostante avesse al suo fianco il suo amico di sempre nonché collega di trio prima, duo ora, Massimo Lopez che non ha deluso il pubblico con le sue gag. Protagonista della kermesse è stato però, come è giusto che sia, il teatro e le sua maestranze partendo dalle costumiste, passando per gli scenografi ed ancora i musicisti, direttori fotografia, luci e poi loro gli attori che hanno calcato le scene in questo anno ed hanno regalato emozioni al loro pubblico. A trionfare "Il Sindaco del rione Sanità" di Mario Martone premiato come Miglior spettacolo di prosa; Mimmo Borrelli che con lo spettacolo "La cupa" di cui è anche regista si aggiudica ben 3 premi ovvero per il testo Migliore autore di novità italiana; Migliore scenografia a Luigi Ferrigno e Migliori musiche a Antonio Della Ragione. Un emozionatissimo Eros Pagni si aggiudica la statuina come miglior attore protagonista per "Sei personaggi in cerca d'autore" regia di Luca De Fusco; lo stesso spettacolo si aggiudica anche il riconoscimento per la migliore attrice protagonista andato a Gaia Aprea. Ed ancora i meritatissmi consensi per Massimiliano Gallo premiato come miglior attore non protagonista per "Il sindaco del rione Sanità", regia di Mario Martone e Pierfrancesco Favino come Migliore interprete di monologo a "La notte poco prima delle foreste" regia di Lorenzo Gioielli. Il Premio Speciale del Presidente della Giuria è stato assegnato al grande Gigi Proietti che ha raccontato un aneddoto che lo legava a Eduardo De Filippo. Incontrò il grande attore napoletano quando stava organizzando uno spettacolo in occasione dei suoi 80 anni e ad ogni attore che ne avrebbe preso parte assegnava un suo lavoro. Eduardo aveva pensato per Proietti il finale de "La grande magia", ma forse ravvisando in lui un piccolo diniego gli disse "non ti piace?" e Proietti imbarazzato non sapeva cosa rispondere, tanta era l'emozione di trovarsi al suo cospetto. Così cominciò un elenco di proposte che ci concludevano con la domanda "te piace?" facendo venire alla mente uno dei suoi grandi cavalli di battaglia qual è "Te piace o presepe?". Alla fine optò per la poesia "E allora bevo" che ha poi recitato sul palco.

Ecco l'elenco delle 13 categorie e dei relativi vincitori e le menzioni speciali:
Migliore spettacolo di prosa
Il sindaco del rione Sanità con la regia di Mario Martone

Migliore regia
Valerio Binasco per La cucina prodotto da Teatro Nazionale di Genova

Migliore attore protagonista
Eros Pagni per Sei personaggi in cerca d'autore, regia di Luca De Fusco

Migliore attrice protagonista
Gaia Aprea per Sei personaggi in cerca d'autore, regia di Luca De Fusco

Migliore attore non protagonista
Massimiliano Gallo per Il sindaco del rione Sanità, regia di Mario Martone

Migliore attrice non protagonista
Francesca Benedetti per Antigone, regia di Federico Tiezzi

Migliore attore/attrice emergente
Lucrezia Guidone per Antigone, regia di Federico Tiezzi

Migliore interprete di monologo
Pierfrancesco Favino, per La notte poco prima delle foreste, regia di Lorenzo Gioielli

Migliore scenografia
Luigi Ferrigno per La cupa, regia di Mimmo Borrelli

Migliori costumi
Gianluca Sbicca per Freud o l'interpretazione dei sogni, regia di Federico Tiezzi

Migliori luci 
Gigi Saccomandi per Sei personagi in cerca d'autore con la regia di Luca De Fusco

Migliori musiche
Antonio Della Ragione per La cupa, regia di Mimmo Borrelli

Migliore autore di novità italiana
Mimmo Borrelli per il testo La cupa

Premio Speciale del Presidente della Giuria a Gigi Proietti

Premio alla memoria di Graziella Lonardi Buontempo a Giordano Bruno Guerri

Simona Buonaura

Ultima modifica il Lunedì, 10 Settembre 2018 07:57

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via G. Rosales 3, 20124 Milano MI, Italy
  • +39 02 65 32 70

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.