Stampa questa pagina

Cinquant’anni dalla prima del Bolshoi Ballet a Londra nel nome di Victor Hochhauser, di Vito Lentini

Svetlana Zakharova in 'La Bella Addormentata' Svetlana Zakharova in 'La Bella Addormentata' Foto Marc Haegeman

Nel cinquantesimo anniversario della prima visita con Victor e Lilian Hochhauser, il Bolshoi Ballet ritorna alla Royal Opera House con l'Orchestra del teatro moscovita per tre settimane fra luglio e agosto.
"I leggendari custodi londinesi di questa impareggiabile eredità russa": così nel 2006 Tony Hall, già Chief Executive della Royal Opera House, definiva Victor e Lilian Hochhauser. Costoro, infatti, hanno avuto il merito di portare nel Regno Unito, fin dagli anni Sessanta, artisti e compagnie di prim'ordine come i complessi artistici del Bolshoi e del Mariinsky che regolarmente infiammano la prestigiosa platea londinese.
Il primo titolo che aprirà questa stagione sarà l'apprezzato Lago dei cigni: pietra miliare del balletto classico. Nella storica versione di Yuri Grigorovich - artistic director del Bolshoi Ballet per più di trent'anni - questo Lago dei cigni è "un esempio di come si dovrebbe avvicinare l'eredità classica nel nostro tempo. Rispetto per coloro che ci precedono e una conoscenza accurata di tutto ciò che essi hanno raggiunto", come dichiarò Galina Ulanova nel 1977.
Sold out le otto repliche del balletto che fra i principali interpreti annovera: Svetlana Zakharova e Alexander Volchkov, Maria Alexandrova e Ruslan Skvortsov, Ekaterina Shipulina e Semyon Chudin, Ekaterina Krysanova e Artem Ovcharenko, Kristina Kretova e Dmitry Gudanov, Olga Smirnova e Semyon Chudin.
Nel mese di agosto seguiranno tre repliche della Bayadère di Ludwig Minkus con la coreografia di Marius Petipa e nella nuova versione di scena di Yuri Grigorovich. Noi di Sipario abbiamo seguito questo balletto lo scorso mese di marzo nella stagione delle dirette al cinema con lo stesso cast che a Londra ballerà la prima rappresentazione: Svetlana Zakharova, Maria Alexandrova e Vladislav Lantratov.
Il titolo più atteso è senza dubbio quella magnificente nuova produzione della Bella addormentata di Čajkovskij firmata anche in questo caso da Yuri Grigorovich. Andata in scena per la prima volta il 18 novembre 2011 nella stagione che segnò la riapertura del Bolshoi dopo l'imponente restauro, quella londinese sarà la prima rappresentazione fuori della Russia di questa versione che reca i sontuosi costumi di Franca Squarciapino e le fastose scenografie di Ezio Frigerio.
Jewels, il balletto di George Balanchine che, com'è noto, si struttura in tre momenti dalle diverse tinte musicali e coreografiche, è in programma con due repliche nell'ultima settimana della stagione che si concluderà con Le Fiamme di Parigi: sarà la prima volta che il Bolshoi Ballet porterà in scena nel Regno Unito la versione di Alexei Ratmansky.
Tutto esaurito per la prima del 16 agosto che vedrà il ritorno di Natalia Osipova, attualmente principal dancer del Mikhailovsky Theatre, dell'ABT e dalla prossima stagione anche del Royal Ballet, e Ivan Vasiliev, principal dancer del Mikhailovsky Theatre e dell'ABT.
Anche quest'anno, quindi, non mancherà il tradizionale appuntamento con l'eccellenza russa e con un programma che vive di quella gloriosa tradizione ampiamente apprezzata da quel pubblico inglese che è amante nonché assiduo frequentatore del balletto.

LAGO DEI CIGNI

29 | 30 | 31 Luglio 7.30pm
1 | 10 | 14 | 15 Agosto 7.30pm
10 Agosto 2pm

LA BAYADERE

2 | 3 Agosto 7.30pm
3 Agosto 2pm

LA BELLA ADDORMENTATA

5 | 6 | 7 | 8 | 9 Agosto 7.30pm

JEWELS - Emeralds, Rubies, Diamonds

12 | 13 Agosto 7.30pm

LE FIAMME DI PARIGI

16 | 17 Agosto 7.30pm
17 Agosto 2pm

Vito Lentini

Ultima modifica il Martedì, 06 Agosto 2013 06:36

Articoli correlati (da tag)

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.