mercoledì, 26 giugno, 2019
Sei qui: Home / Attualità / IN PROMOZIONE / VIGNALE MONFERRATO FESTIVAL 2019: 25 giugno – 6 luglio 2019

VIGNALE MONFERRATO FESTIVAL 2019: 25 giugno – 6 luglio 2019

VIGNALE MONFERRATO FESTIVAL 2019
25 giugno – 6 luglio 2019
Quinta edizione

Un progetto di Piemonte dal Vivo
promosso da Ministero dei beni e delle attività culturali, Regione Piemonte, Comune di Vignale Monferrato, con il sostegno di Fondazione CRT, Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria e
la collaborazione dell'Ambasciata di Israele

Giunge nel 2019 alla sua quinta edizione Vignale Monferrato Festival, progetto pensato e sviluppato dalla Fondazione Piemonte dal Vivo in piena sinergia con le politiche territoriali messe in atto dalla Regione Piemonte, per la valorizzazione del territorio monferrino e dei suoi paesaggi vitivinicoli, riconosciuti patrimonio Unesco nel 2014.
Una quinta edizione, profondamente rinnovata, che dal 25 giugno al 6 luglio anima il paese di Vignale Monferrato con spettacoli, residenze e workshop. Un festival diffuso, che abita i luoghi, che scende in strade, piazze, palazzi, colline e vigne e si contamina; che vuole rilanciare la vocazione di un territorio, unendo proposte internazionali con l'attenzione alla creatività giovanile e alle eccellenze del territorio e insieme all'elemento popolare; che vuole avere il valore di una tradizione e di un'abitudine ma è al contempo nuovo, aperto, in costante evoluzione e ascolto del presente.

Per la sua quinta edizione, come sottolinea l'Assessore alla Cultura e al Turismo della Regione Piemonte, la rassegna si rinnova profondamente attraverso una più forte attenzione al coinvolgimento del pubblico e delle comunità locali. I luoghi dove il festival si svolge – immersi in un paesaggio patrimonio dell'umanità Unesco – diventano così non solo un palcoscenico, ma vero e proprio laboratorio capace di unire cittadini, artisti e spettatori in un'esperienza culturale a 360 gradi.

Con un approccio audience oriented, il festival del 2019 inverte gli schemi della programmazione classica, includendo in cartellone non solo coreografi e danzatori, ma anche specifiche comunità che contribuiranno a sviluppare i temi del festival attraverso percorsi di residenza artistica in situ: "la danza unisce" è il principio animatore dell'edizione 2019, una proposta che integrerà spettacoli su palco e residenze, workshop e momenti di formazione per il pubblico, per un'offerta complessiva volta a stimolare forme di relazioni dirette tra le persone coinvolte.

"L'evento spettacolare – commenta Matteo Negrin, Direttore di Piemonte dal Vivo - diventa un appuntamento di grande richiamo che interpella non solo un pubblico di nicchia, ma intere comunità di pratica raccolte intorno ad interessi condivisi. Un inizio e una fine con al centro la condivisione e la relazione, espressi da un'arte performativa che meglio si presta ad eliminare muri e barriere: la danza, dove tutto è presente in quell'istante, corpo e anima. Perché la danza unisce".

La prima settimana di festival si apre con due residenze artistiche. Grazie alla collaborazione con il progetto Ovest\\Transcodex, diretto da Ugo Pitozzi, lo Spazioovest – nuovo centro delle arti dal vivo del Monferrato – verrà abitato dal 25 giugno da Daniele Ninarello, danzatore e coreografo piemontese, con un gruppo di Dance Well Dancers, progettualità che promuove la pratica della danza per persone affette da Parkinson. Il progetto di residenza nasce dalla collaborazione tra il Centro per la Scena Contemporanea di Bassano del Grappa e la Lavanderia a Vapore di Collegno. Ninarello e i suoi danzatori condivideranno con il pubblico di Vignale delle prove aperte, nel format del Rendez Vous, dal 25 al 27 giugno alle ore 19 nei Giardini Bassi di Vignale. Conclusione del loro percorso venerdì 28 giugno con il momento finale di AZZURRO SCURO, in apertura di serata alle ore 21.
La coreografa e danzatrice israeliana Ella Rothschild sarà, invece, impegnata dal 27 giugno in una residenza con i partecipanti al terzo trimestre di NOD -ICD International Contemporary Dance Program, percorso intensivo volto alla crescita di danzatori professionisti grazie al confronto con esperienze di profilo internazionale. In chiusura di residenza, sabato 29 giugno alle ore 21 verrà presentata al pubblico la creazione WHAT'S UP?. Nella serata del 29 giugno verrà riproposto anche il progetto realizzato dalla Lavanderia a Vapore di Collegno con le scuole di danza piemontesi, The Nelken Line by Pina Bausch. A due mesi dall'enorme successo ottenuto in piazza San Carlo a Torino per la giornata della danza, un centinaio di giovani allievi ripresentano tra i Giardini Bassi e Piazza del Popolo la celebre "camminata" di Pina Bausch, accompagnando il pubblico in un viaggio nella storia della danza contemporanea.

L'inaugurazione del festival il 28 giugno sul palco principale a Vignale è affidata allo spettacolo 360° del coreografo Rami Be'er con i danzatori di Kibbutz Contemporary Dance II Company, in prima nazionale.
360° è un'esperienza di danza totale e di grande energia, che caratterizza il dialogo teatrale tra il linguaggio unico della Kibbutz Contemporary Dance Company e il proprio pubblico.
Il 29 giugno un'altra compagnia israeliana debutta in prima italiana a Vignale: Sol Dance Company, un ensemble di otto danzatori capaci con il loro lavoro di raggiungere il pubblico in modo intimo e umano, presenta TOML – Time of My Life, spettacolo ispirato da sentimenti e temi come il sacrificio, l'amore, il dono, la leggerezza, la paura, la delusione, l'ego, l'identità.
L'ultimo appuntamento della settimana, domenica 30 giugno, vede il ritorno a Vignale dei Gandini Juggling, una delle più prolifiche e interessanti compagnie di circo contemporaneo del mondo. La nuova creazione STACK CATS, anch'essa in prima nazionale, rivisita il "mood" di Smashed, il lavoro ispirato a Pina Bausch, che negli ultimi dieci anni ha sedotto il pubblico di tutto il mondo.

La seconda settimana, da lunedì 1° luglio, si apre alla dimensione popolare della danza contemporanea e del dialogo artistico tra culture. Il coreografo Jacopo Jenna lavorerà insieme ad un gruppo di adolescenti dell'Accademia Magdeleine G per MÍMĒMA, progetto di ricerca di una scrittura coreografica attraverso il dialogo con una serie di sequenze video riguardanti il corpo e la danza. Il tema dell'incontro artistico tra culture differenti è, invece, il motore della residenza del coreografo burkinabè Jérôme Kaboré, che lavorerà insieme ad un gruppo di giovani danzatori e richiedenti asilo, con il progetto L'ENVOL. Anche questi artisti stimoleranno la riflessione con il loro lavoro, in momenti di condivisione aperta al pubblico durante la residenza (Rendez Vous) e in un appuntamento conclusivo in apertura delle serate del 4 e 5 luglio.

Il palcoscenico principale vedrà LES NUITS BARBARES del coreografo franco algerino Hervé Koubi, in prima regionale giovedì 4 luglio, opera dirompente per 15 danzatori dedicata al tema dell'origine della cultura mediterranea. Il 5 luglio una nuova prima nazionale, con il lavoro del coreografo Roberto Castello: MBIRA, creazione che racconta l'Africa fuori dagli stereotipi, un concerto con due danzatrici, due musicisti e un regista e che - utilizzando musica, danza e parola - prova a fare un punto sul complesso rapporto fra la nostra cultura e quella africana.

Sabato 6 luglio il festival si chiude con una grande festa con lo spettacolo BALERHAUS di Sanpapié/Teatro della Contraddizione, una vera e propria balera, una serata danzante con orchestra dal vivo, con danzatori esperti che trasmetteranno i primi rudimenti di ogni ballo per poi lasciare la pista a tutti, perché ognuno possa scatenare in libertà la propria danza: uno spazio di ricerca nell'ambito della danza, del teatro, della poesia e della musica contemporanei, che permetterà di giocare reinterpretando i ruoli, i temi e le atmosfere.

Completa e integra il programma di questa edizione anche la collaborazione con il Golf Club Margara di Fubine, una location suggestiva, immersa nel verde delle colline del Monferrato, che ospiterà due SECRET SHOW, un incontro tra danza e musica, nel tardo pomeriggio di sabato 29 giugno e venerdì 5 luglio.

Appuntamento consolidato, torna anche in questa edizione La scuola dello spettatore, un'occasione per tutti, per scoprire cosa c'è dietro uno spettacolo, attraverso la parola di esperti, coreografi e artisti stessi. Un modo semplice e conviviale per arrivare alla visione degli spettacoli con alcune chiavi di lettura.

Per tutta la durata del festival sarà presente l'associazione culturale TIPS Theater, con il progetto InterAzioni a Vignale, e un workshop sulla fotografia di scena, con Margherita Demichelis. Presenti, inoltre, nella seconda settimana, il gruppo Flying Carpet, installazione temporanea e nomade nell'ambito di "Boarding Pass Plus Dance", che volerà sopra l'Italia facendo tappa nei Festival e nei luoghi partner, con l'obiettivo di raccogliere una cassetta degli attrezzi per la coreografia contemporanea.

Completa il programma del festival il workshop "Quello che ci muove" rivolto a operatori, artisti e pubblico, realizzato in collaborazione con EDN Italia – European Dancehouse Network nelle giornate di sabato 29 giugno e sabato 6 luglio. Il laboratorio vuole interrogarsi sui temi dei processi creativi e della produzione contemporanea, partendo dagli spunti offerti dalle attività del festival.

I biglietti sono in vendita online da mercoledì 15 maggio (con una promozione early ticket fino a inizio giugno); da lunedì 20 maggio attivi i punti vendita di Torino all' InfoPiemonte di Piazza Castello, a Casale Monferrato e Alessandria, grazie alla collaborazione con Atl Alexala.

Vignale Monferrato Festival è un progetto di Piemonte dal Vivo, realizzato grazie al sostegno di MIBAC e di Regione Piemonte, con la partecipazione del Comune di Vignale Monferrato. L'edizione 2019 vede il contributo di Fondazione CRT e Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, con la collaborazione di Ambasciata di Israele. Partner tecnici sono ATL Alexala, Ovest\\Transcodex, TIPS Theater, Golf Club Margara Fubine, Margherita Demichelis Fotografa.
Media partner: Danza&Danza, Il Monferrato.

Più Info:
Il programma potrebbe subire variazioni, aggiornamenti sul sito www.piemontedalvivo.it
Informazioni: telefono 320 1532452 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

_________________
CALENDARIO

Dal 25 al 28 giugno RESIDENZE
SpazioOvest - Vignale Monferrato
AZZURRO SCURO: laboratorio di pratiche coreografiche a cura di Daniele Ninarello, con la partecipazione di Dance Well Dancers, in collaborazione con le Case della Danza Lavanderia a Vapore di Collegno e Centro per la Scena Contemporanea di Bassano del Grappa
"Mi interessa, attraverso i workshop e le residenze creative, condividere con i partecipanti alcune pratiche compositive e di movimento, che si interessano alla cooperazione e alla creazione di sintonia fra i corpi. Si partirà ogni giorno da un training mirato per poi confluire all'interno di sistemi coreografici ragionati e costituiti insieme ai partecipanti, con l'intenzione di creare dei percorsi e delle pratiche che producano naturalmente azioni performative collettive, in cui i corpi sono orientati in sinergia". Daniele Ninarello

25, 26 e 27 giugno RESIDENZE
Giardini Bassi - Vignale Monferrato
ore 19 RENDEZ - VOUS
con Daniele Ninarello e i Dance Well Dancers

Dal 27 al 29 giugno RESIDENZE
SpazioOvest - Vignale Monferrato
WHAT'S UP: residenza della coreografa Ella Rothschild con i partecipanti al terzo trimestre di NOD ICD International Contemporary Dance Program
Il progetto nasce dall'incontro tra la coreografa e danzatrice israeliana Ella Rothschild con i partecipanti al terzo trimestre dell'NOD ICD International Contemporary dance Program, percorso intensivo volto alla crescita di danzatori professionisti grazie al confronto con esperienze di profilo internazionale.

28 giugno
Giardini Bassi - Vignale Monferrato
ore 21 AZZURRO SCURO SPETTACOLI
Daniele Ninarello con i Dance Well Dancers

a seguire

Piazza del Popolo - Vignale Monferrato
360° - prima nazionale SPETTACOLI
coreografia e direzione artistica Rami Be'er
disegno del suono Alex Claude
costumi Maor Tzabar
KIBBUTZ CONTEMPORARY DANCE COMPANY II COMPANY
Come altri lavori di Rami Be'er, 360° è uno spettacolo che prevede momenti di interazione tra danzatori e pubblico. Un'esperienza di danza totale e di grande energia, caratterizzata dal dialogo teatrale tra il linguaggio unico della Kibbutz Contemporary Dance Company e il pubblico. Il titolo dell'opera delinea il raggio di azione dei danzatori sul palco e fa riferimento al totale coinvolgimento a cui incita la danza vigorosa immaginata da Rami Be'er. KCDC 2, fondata nel 1994 come spazio di crescita per giovani talenti della danza contemporanea, oggi è composta da 14 danzatori di eccellenza ed è attiva a livello internazionale con un eccitante e originale repertorio creato appositamente da Rami Be'er.

29 giugno
Locanda degli Ultimi - Vignale Monferrato
ore 11 QUELLO CHE CI MUOVE AUDIENCE ENGAGEMENT
Laboratorio a cura di EDN Italia
Ritrovo ore 10.30 in Piazza del Popolo, WALK AND TALK
L'obiettivo dei laboratori è costruire un orizzonte condiviso di conoscenza che possa includere artisti, operatori, cittadini e tutti i soggetti che a vario titolo credono nel ruolo centrale della danza nella società, per identificare strumenti, pratiche e approcci che la sostengano e per renderli prassi di un nuovo quotidiano.

Piazza del Popolo - Vignale Monferrato
ore 17.30 DOVE INIZIA LA DANZA? AUDIENCE ENGAGEMENT
Pratiche di movimento per tutti alla scoperta di Vignale

Golf Club Margara, Fubine
ore 18.30 SECRET SHOW SPETTACOLI
Nella suggestiva cornice del Golf Club Margara di Fubine, un incontro tra musica e danza

Giardini Bassi - Vignale Monferrato
ore 21.00 WHAT'S UP? SPETTACOLI
coreografie di Ella Rothschild
NOD Nuova Officina della Danza

a seguire
THE NELKEN LINE BY PINA BAUSCH SPETTACOLI
Live danzato con le scuole di danza piemontesi

a seguire

Piazza del Popolo -Vignale Monferrato
TOML Time of My Life – prima nazionale SPETTACOLI
coreografo e direttore artistico Eyal Dadon
danzatori Shay Partush, Moran Muller, Ori Ofri, Roni Ben Simon, Nadav Gal, Evyatar Omessy, Madison Hoke
luci e palco Qi Yujie, Shay Yehudai
musiche Tomer Salem, Nissim Gutman, להקת שפתיים , Bon Iver, Tchaikovsky, New Look, Adrian Klumpes, Deathbed, Bill Medley, Jennifer Warnes
costumi Michal Lorie
video Ram Gil Communication
SOL DANCE COMPANY
Questo lavoro affronta il tema della nostra capacità di osservare in maniera cinica noi stessi e la nostra ossessione per la bellezza esteriore. Il processo creativo è stato ispirato da sentimenti e temi come il sacrificio, l'amore, il dono, la leggerezza, la paura, la delusione, l'ego, l'identità. La costruzione di TOML è partita dalla ripresa di un lavoro precedente DU – K ispirato al ritrovamento di oltre 7000 soldati di terracotta nei pressi della cittadina di Xi.an in Cina Questo fatto ha innescato il processo creativo, frutto anche della collaborazione con e BJ9CDT di Pechino, incentrato sui demi di co-esistenza e condivisione.
Sol Dance Company

30 giugno
Piazza del Popolo – Vignale Monferrato
ore 18 DOVE INIZIA LA DANZA? AUDIENCE ENGAGEMENT
Pratiche di movimento per tutti alla scoperta di Vignale

Piazza del Popolo – Vignale Monferrato
ore 21.30 STACK CATS - prima nazionale SPETTACOLI
coreografia Sean Gandini
assistente alla coreografia Kati Ylä-Hokkala
con Christopher Patfield, Daniel Rejano, Erin O'Toole, Jose Triguero, Kati Ylä-Hokkala, Kim Huynh, Sean Gandini, Yu-Hsien Wu
GANDINI JUGGLING
con il supporto di Arts Council England
Stack Cats rivisita il landscape teatrale di Smashed. A metà tra Juggling e Clowning, Slapstick e Danza. Otto interpreti "abitano" un'illusione vaudevilliana, citando la pittura classica attraverso la veemenza dei cartoons. Con lo stile tipico di Gandini, ossia la giocoleria coreografata, questo nuovo lavoro veicola questioni importanti con la consueta leggerezza che è il marchio distintivo della compagnia Gandini Juggling.

Dal 1 al 4 luglio RESIDENZE
SpazioOvest - Vignale Monferrato
L'ENVOL: residenza a cura di Jérôme Kaboré/Cie Wendinmi e Cie Mouvements Perpetuels con One Blood Family
Attraverso viaggi, incontri e scambi con diverse comunità il coreografo ha sviluppato un forte interesse per il tema dell'emancipazione, invitando i partecipanti a riflettere sul tema attraverso improvvisazioni di danza. Ai partecipanti viene chiesto di proporre attraverso gesti e/o parole la propria visione del mondo, assumere un pensiero di libertà e porsi delle domande rispetto al proprio posizionamento nella società, con l'obiettivo di sviluppare creatività e consapevolezza.

Dal 1 al 5 luglio RESIDENZE
Palestra - Vignale Monferrato
MÍMĒMA: residenza di Jacopo Jenna con la partecipazione di Accademia Magdeleine G
Il percorso ricerca una scrittura coreografica tramite un sistema di copia, trasformazione e ricombinazione dei gesti. Attraverso il dialogo con una serie di sequenze video riguardanti il corpo e la danza si crea una catena di eventi nello spazio performativo, in cui i di filmati si pongono come trait d'union visivo ed elemento relazionale tra il pubblico e la performance.

1 luglio RESIDENZE
Piazza Italia 6 - Vignale Monferrato
ore 22 RENDEZ - VOUS
Jérôme Kaboré/Cie Wendinmi e Cie Mouvements Perpetuels, con One Blood Family

2 luglio RESIDENZE
Piazza Mezzadra - Vignale Monferrato
ore 19 RENDEZ – VOUS
Jérôme Kaboré/Cie Wendinmi e Cie Mouvements Perpetuels, con One Blood Family

Piazza del Popolo - Vignale Monferrato RESIDENZE
ore 22 RENDEZ – VOUS | DÉSIR MIMÉTIQUE
Pratica di incorporazione del movimento a partire da un archivio video di danza, a cura di Jacopo Jenna in collaborazione con Lavanderia a Vapore – Casa della Danza
In una sorta di video-karaoke i partecipanti sono invitati a osservare una serie di immagini di danza dal '900 fino alla street dance di oggi e riprodurne i movimenti in diretta.

3 luglio
Piazza del Popolo - Vignale Monferrato
ore 19 RENDEZ - VOUS RESIDENZE
Jérôme Kaboré/Cie Wendinmi e Cie Mouvements Perpetuels, con One Blood Family

ore 22 RENDEZ – VOUS |DÉSIR MIMÉTIQUE RESIDENZE
a cura di Jacopo Jenna

Dal 4 al 6 luglio RESIDENZE
Luoghi vari - Vignale Monferrato
FLYING CARPET
installazione temporanea e nomade nell'ambito di "Boarding Pass Plus Dance"
Flying Carpet è un progetto nato all'interno del programma Boarding Pass Plus Dance dall'incontro delle cinque dance makers Lucia Di Pietro, Marina Donatone, Laura Gazzani, Teresa Noronha Feio ed Elena Sgarbossa. Flying Carpet è un tappeto magico che volerà sopra l'Italia facendo tappa nei Festival e nei luoghi partner di Boarding Pass Plus Dance – Indisciplinarte, Vignale Monferrato Festival, Santarcangelo, OperaEstate Festival, Short Theatre- con l'obiettivo di raccogliere know how, utile alla produzione di un Toolkit: un compendio di strumenti fondamentali al lavoro, che affronti gli aspetti più concreti del mare magnum della coreografia.

4 luglio
Giardini Bassi - Vignale Monferrato
ore 21 L'ENVOL SPETTACOLI
Jérôme Kaboré/Cie Wendinmi e Cie Mouvements Perpetuels, con One Blood Family
di Jérôme Kaboré/Cie Wendinmi e Cie Mouvements Perpetuels
assistente Simona Brunelli
con la partecipazione del gruppo One Blood Family
progetto musicale a cura della Cooperativa Atypica insieme alla Associazione Culturale Spazio Rubedo e alla The Sweet Life Society.
in collaborazione con Lavanderia a Vapore – Casa della Danza

a seguire

Piazza del Popolo - Vignale Monferrato
LES NUITS BARBARES – prima regionale SPETTACOLI
ou les premiers matins du monde
coreografia Hervé Koubi
assistente alla coreografia Fayçal Hamlat
musiche Wolfgang Amadeus Mozart, Gabriel Fauré, Richard Wagner, musica
tradizionale algerina
danzatori Adil Bousbara, Kobi Elharar, Mohammed Elhilali, Abdelghani Ferradji, Pasquale Fortunato, Zakaria Ghezal, Oualid Guennoun, Bendehiba Maamar, Giovanni Martinat, Nadjib Meherhera, Mourad Messaoud, Houssni Mijem, Ismail OubbajaddiIssa Sanou, El Houssaini Zahid
creazione musicale Maxime Bodson | arrangiamenti Guillaume Gabriel | luci Lionel Buzonie
costumi e accessori Guillaume Gabriel, con l'assistenza di Claudine G-Delattre maschere gioiello realizzate con il sostegno e con i migliori cristalli Swarovski – Swarovski Elements | coltelli Esteban Cedres | Première mondiale Festival Internationale de Danse de Cannes, 29 novembre 2015
CIE HERVÉ KOUBI
Il coreografo franco-algerino Hervé Koubi, ha creato Les nuits barbares, ou les premiers matins du monde, opera dedicata al tema dell'origine della cultura mediterranea, per la sua compagnia di quindici danzatori. Con questo lavoro, Koubi ha concepito un "gioiello" che unisce la potenza ipnotica della parata da guerra e la precisione di un balletto classico e affronta la paura ancestrale del barbaro, portando agli occhi del pubblico ciò che di più affascinante c'è nell'incontro fra culture e religioni La compagnia si trasforma da esercito di guerrieri a corpo di ballo o coro d'opera, in un'esplorazione potente e carismatica della storia del Mediterraneo.

5 luglio
Golf Club Margara, Fubine
ore 18.30 SECRET SHOW SPETTACOLI
Nella suggestiva cornice del Golf Club Margara di Fubine, un incontro tra musica e danza

Giardini Bassi - Vignale Monferrato
ore 21 MÍMĒMA SPETTACOLI
Jacopo Jenna con la partecipazione dell'Accademia Magdeleine G

a seguire

Piazza del Popolo - Vignale Monferrato
MBIRA – prima nazionale SPETTACOLI
Nessuno è migliore
progetto di Roberto Castello
coreografia e regia Roberto Castello
musiche Marco Zanotti, Zam Moustapha Dembélé
testi Renato Sarti, Roberto Castello
interpreti Ilenia Romano e Giselda Ranieri (danza/voce), Marco Zanotti (percussioni, limba) Zam Moustapha Dembélé (kora, tamanì, voce, balafon), Roberto Castello
ALDES - TEATRO DELLA COOPERATIVA
con il sostegno di MIBAC / Direzione Generale Spettacolo dal vivo, REGIONE TOSCANA / Sistema Regionale dello Spettacolo
Quanto ha contribuito l'Africa a renderci quelli che siamo?
Per molti secoli europei e arabi hanno esplorato, colonizzato e convertito ogni angolo del pianeta. Oggi molte culture sono perdute e quella occidentale è diventata per molti versi il riferimento universale. Impossibile dire se sia un bene o un male o sapere se i colonizzati prima della colonizzazione fossero più o meno felici. Spesso capita che, nel processo di colonizzazione, il conquistatore cambi entrando in contatto con la cultura dei conquistati. Di questo prova a parlare Mbira, un concerto che vede in scena due danzatrici, due musicisti e un regista e che - utilizzando musica, danza e parola - prova a fare un punto sul complesso rapporto fra la nostra cultura e quella africana.

6 luglio
Locanda degli Ultimi - Vignale Monferrato
ore 11 QUELLO CHE CI MUOVE AUDIENCE ENGAGEMENT
Laboratorio a cura di EDN Italia
Ritrovo ore 10.30 in Piazza del Popolo, WALK AND TALK

Piazza del Popolo - Vignale Monferrato
ore 21.30 BALERHAUS - prima regionale SPETTACOLI
La balera, a teatro!
ammiraglio registico Marco Maria Linzi | comandanti di pista Lara Guidetti | timoniere Marco De Meo | capitano d'orchestra Ale Sicardi
musicanti di poppa I Morbidissimi
sirena da Balera Nicoletta Bernardi
equipaggio Saverio Bari, Micaela Brignone, Sabrina Faroldi, Marcello Gori, Stefano Slocovich, Cecilia Vecchio
e i danzatori della compagnia Sanpapié
SANPAPIE/TEATRO DELLA CONTRADDIZIONE
con il contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Settore Spettacolo e di Fondazione Cariplo

Balerhaus è un format che mescola la peculiare interattività collettiva del ballo da sala tradizionale e la ricerca sui linguaggi della performance, della danza, della poesia e della musica contemporanee. Le tipiche danze della balera determinano le sezioni della serata: valzer, polka, cha cha cha... Tutti ballano accompagnati dai tutor e ripercorrono la storia di un luogo – la balera – che ha segnato usi e costumi di generazioni intere. L'interattività diventa simbolo, gioco, canale di ascolto e sperimentazione in una formula che scioglie anche i più cinici.

Ultima modifica il Martedì, 28 Maggio 2019 08:33
La Redazione

Questo articolo è stato scritto da uno dei collaboratori di Sipario.it. Se hai suggerimenti o commenti scrivi a comunicazione@sipario.it.

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.