venerdì, 22 settembre, 2017
Sei qui: Home / Teatro / Dario Fo, Teatro di attivazione e comunicazione (1950-1973) - di Beatrice Tavecchio Blake

Dario Fo, Teatro di attivazione e comunicazione (1950-1973) - di Beatrice Tavecchio Blake

tavecchio foBeatrice Tavecchio Blake

DARIO FO,
 TEATRO DI ATTIVAZIONE E COMUNICAZIONE (1950-1973)
Mimesis Edizioni pag. 296, € 20,40

(TEATRO - D.G.
)

Beatrice Tavecchio Blake, storica collaboratrice di Sipario quale corrispondente da Londra, ha dato alle stampe, per la Mimesis Edizioni/Flilosofie del Teatro, una edizione di un saggio di fondamentale importanza per la conoscenza di Dario Fo, col titolo "Teatro di Attivazione e Comunicazione 1950-1973." Costo 24 euro.
Beatrice Tavecchio Blake, insegnante per oltre vent'anni di lingua e letteratura italiana alla James Allen's Girls School di Londra, ha condotto una approfondita ricerca per ricostruire questo saggio attraverso documenti della Biblioteca del Teatro Piccolo Teatro di Milano e dell'Archivio Teatrale Fo Rame per consegnarci un quadro completo di uno dei personaggi più significativi della nostra cultura. Insomma, una testimonianza imperdibile per tutti gli estimatori del Premio Nobel 1997, e, nel contempo, ci ha offerto un volume di riferimento per le nuove generazioni di attori, registi, che intendono approfondire la complessità dell'uomo che, in sessant'anni di carriera, si è battuto per portare il teatro fuori dai canali ufficiali.
Come bene definisce la Tavecchio, "la teatralità di Fo ha portato far suoi i lazzi e le gestualità della Commedia dell'Arte, che ha reinventato ed esteso, e a studiare i meccanismi della farsa e della commedia. Teatralità però non fine a se stessa, per puro intrattenimento, ma come ulteriore mezzo per destare e mantenere l'attenzione del pubblico mentre si elencano fatti e informazioni storiche, sociali e politiche".
Articolato su 289 pagine, ci consegna scritti indimenticabili su testi che hanno reso famoso il lavoro di Fo: dal "Dito nell'Occhio" al "Poer nano", dal "Cocoricò e Chicchirchi" a "Caino e Abele", distribuiti su sette capitoli, dove ognuno dei quali approfondisce un tema: "Lo stato della critica", "Formazione: Ideologia e Cultura", "Dalla Pittura al Teatro e le prime produzioni", "Strutture Drammaturgiche e Attivazione", "Ideologia", "Evoluzione: Teatro come attivazione e comunicazione", "Poetica:Strutture e Temi".
Nella lettura ritroviamo i principali personaggi che hanno arricchito tutto l'arco di vita di Dario Fo: Franco Parenti, Giustino Durano, Paolo Grassi, Giorgio Strelher, Marcello Moretti, Jacques Lecoq e tanti altri.
Concludendo, la Tavecchio ha operato con passione, determinazione e lucidità d'intenti, consegnando alla nostra memoria un documento di notevole importanza.

 

Ultima modifica il Venerdì, 03 Marzo 2017 22:22
La Redazione

Questo articolo è stato scritto da uno dei collaboratori di Sipario.it. Se hai suggerimenti o commenti scrivi a comunicazione@sipario.it.

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

Twitter Feed

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via G. Rosales 3, 20124 Milano MI, Italy
  • +39 02 65 32 70

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.