giovedì, 17 agosto, 2017
Sei qui: Home / G / GABBIANO (IL) - regia Marco Sciaccaluga

GABBIANO (IL) - regia Marco Sciaccaluga

"Il gabbiano", regia Marco Sciaccaluga. Foto Giuseppe Maritati "Il gabbiano", regia Marco Sciaccaluga. Foto Giuseppe Maritati

di Anton P. Cechov – Versione italiana Danilo Macrì
Regia Marco Sciaccaluga
scene e costumi Catherine Rankl
musiche Andrea Nicolini, luci Marco D'Andrea
Con Elisabetta Pozzi, Francesco Sferrazza Papa, Federico Vanni,
Alice Arcuri, Roberto Alinghieri, Mariangela Torres, Eva Cambiale,
Tommaso Ragno, Giovanni Franzoni, Andrea Nicolini, Kabir Tavani
Teatro Stabile di Genova. Teatro della Corte 28 febbraio -19 marzo 2017, Genova

www.Sipario.it, 4 marzo 2017

Un grande spettacolo dal tono drammatico che caratterizza la scena nonché i costumi molto curati e le parrucche abbinate. La recitazione è impostata su uno stile di teatro tradizionale, atta a rendere l'ambiente e l'epoca ottocentesca in cui l'azione si svolge. Presentato nella versione originale senza modifiche, porta sul palco una decina di personaggi, ognuno dei quali oppresso da angosce, gelosie, paure, rabbia, anche meschinità e in particolare dalle pene per un amore non corrisposto. Il senso dell'infelicità percorre la rappresentazione dal principio alla fine messa in risalto dalla regia di Marco Sciaccaluga senza tuttavia che ne siano troppo accentuati i caratteri, infatti nei dialoghi affiora sempre qualche cosa di non detto. Nelle scene di insieme hanno gioco le battute, da quelle ironiche di Sorin (espresse da un molto bravo Roberto Vanni) a quelle pimpanti di Irina (dette con fascino ed estrosità da Elisabetta Pozzi), a quelle di tono malinconico di Masa (una efficiente Eva Cambiale). Ma è nei discorsi a due che il pensiero di Cechov esprime la sua profondità come nel colloquio di Trigorin (reso con intensità anche emotiva da Tommaso Ragno) con la giovane Nina (ben calata nel ruolo di fanciulla sognatrice), e paragonata a un gabbiano che vola libero sul lago finché la mano di un cacciatore non lo stronca. E pure Nina sarà schiacciata da un destino crudele. Ricordiamo tra gli altri interpreti Roberto Alinghieri, Mariangela Torres, Andrea Nicolini, Giovanni Franzoni, un cenno particolare merita Francesco Sferrazza Papa che offre al personaggio tormentato di Konstatin accenti di disperazione irreparabile.

La "prima" dello spettacolo è stata preceduta da un applaudito concerto ad opera degli allievi del Conservatorio N. Paganini di Genova, diretto da Roberto Iovino. Musiche di Cajkovskij, N. Rimskij -. Korsakov e S. Prokofiev.

Etta Cascini

Ultima modifica il Giovedì, 09 Marzo 2017 21:45

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

Twitter Feed

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via G. Rosales 3, 20124 Milano MI, Italy
  • +39 02 65 32 70

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.