domenica, 21 ottobre, 2018
Sei qui: Home / S / SABBATICO - regia Pino Petruzzelli

SABBATICO - regia Pino Petruzzelli

Sabbatico Sabbatico Regia Pino Petruzzelli

Regia Pino Petruzzelli
Musiche Django Reinhardt
Produzione: Centro Teatro Ipotesi, Teatro Stabile di Genova
Genova, Teatro Duse dal 10 al 15 dicembre 2013

www.Sipario.it, 13 dicembre 2013

Nei monologhi di Petruzzelli escono fuori sempre i valori della vita. La sua positività nei confronti del mondo è quasi sconcertante ed i suoi racconti sono delle storie reali dai connotati fantastici. In lui non c'è travestimento né tantomeno finzione. Ed anche in quest'ultimo spettacolo, in cooproduzione Teatro Ipotesi/ Teatro Stabile di Genova, scaturisce il candore dell'autore regista attore Petruzzelli che malgrado la tragicità di alcune situazioni della vita quotidiana riesce sempre a trovare il cosiddetto finale buono. Dopo Chilometro zero, di nuovo sul palco del Teatro Duse, Petruzzelli porta Sabbatico - in scena fino al 15 dicembre - un altro dei suoi lunghi racconti, colmo di dettagli (fino troppi) che si ascolta come un romanzo letto ad alta voce, i cui personaggi variopinti conducono il pubblico in un viaggio mirabolante dal nord al sud della nostra penisola. Quella di Petruzzelli come altre sue, è una storia- parabola in cui i valori umani sono alla base della sua filosofia. Nei suoi personaggi vige rispetto, fiducia, solidarietà, che fanno credere ancora nell'infinità bontà degli uomini come scrisse Anna Frank nell'ultima pagina del suo diario. Ma è proprio così il mondo? Putroppo no, e per questo la narrazione di Sabbatico alle volte arriva un po' finta, didascalica, stiracchiata e stanca. Il protagonista, Gerardo, costretto dagli eventi esce fuori dai confini in cui è abituato a vivere, appropriandosi della capacità di tornare a sperare, attraverso l'azione, la collaborazione con il prossimo e la sottrazione di alcuni bisogni certo non indispensabili alla sopravvivenza. Ritrovar sé stesso è il tema del monologo, il sogno di tutti, qui attuato grazie all'amore della gente e per la gente. Troppa utopia e buonismo. Il bello dello spettacolo è la capacità dell'attore nel dar sfogo a tutta una serie di voci-personaggi, molto diversi tra loro, di cui al pubblico viene restituita una parlata autonoma e vivace in toni, accenti e regionalismi che divertono. Il viaggio della speranza di Gerardo Gozzolino è un fantozziano accavallarsi di sfortune e impedimenti di ogni sorta, che si risolvono sempre positivamente non essendo un film di Tarantino. Una storia un po' naif non sempre completamente credibile che però sotto Natale ci può stare.

Francesca Camponero

Ultima modifica il Domenica, 15 Dicembre 2013 23:36

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via G. Rosales 3, 20124 Milano MI, Italy
  • +39 02 65 32 70

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.