domenica, 23 settembre, 2018
Sei qui: Home / Recensioni / Recensione del libro "Il rumore dei tuoi passi" di Valentina D'Urbano

Recensione del libro "Il rumore dei tuoi passi" di Valentina D'Urbano
Recensione redatta da Alessia Casubolo e Federica Nibbio
Classe IV C SIA
ITET "G. Garibaldi" Marsala
Docente referente: Maria Rita Bellafiore

"Il rumore dei tuoi passi" è un libro di 320 pagine scritto dalla giovanissima Valentina D'Urbano, autrice italiana dal talento innato, la cui penna sa incantare e ferire.

La pubblicazione risale al maggio 2012 ad opera della casa editrice Longanesi.La storia, raccontata dalla scrittrice, è quella di Beatrice e Alfredo: da piccoli vengono chiamati "i gemelli" nella "fortezza" ovvero il quartiere in cui sono cresciuti, un posto dimenticato in cui speranza e futuro sono due concetti inesistenti. I due non hanno in comune il sangue, ma qualcosa di più profondo, sono legati da un'amicizia, nata quando erano dei piccoli bambini. Un'amicizia destinata a diventare un amore luminoso, passionale, ma, soprattutto, talmente forte da superare i giudizi delle altre persone.
Questa storia che lega Bea e Alfredo non è semplice.
Il loro è un rapporto di odio e amore, un rapporto in cui l'uno cerca di ferire l'altro. Dalla lettura del libro emerge la personalità di Beatrice, una ragazza forte e testarda, a volte incomprensibile; è l'unica che sembra voler uscire da quel posto, dove non c'è più spazio per sognare, sperare, e realizzare progetti.Alfredo è il personaggio che rispecchia la Fortezza; si è abbandonato al suo destino, egli vive con un padre alcolizzato e molto violento.Fin dalle prime pagine, il protagonista rimpiange la figura della madre, che non ha mai avuto l'occasione di conoscere. Quando Beatrice diventa grande ed elabora la sua concezione della vita, si scontra continuamente con Alfredo, ma lui ha già preso una strada sbagliata dalla quale non può più tornare indietro e perde i suoi valori. I suoi errori lo portano ad una decisione spiazzante: la morte. Beatrice non potrà mai dimenticare il suo odore, il rumore dei suoi passi che non l'hanno mai lasciata da sola, il suo modo di mangiare e dormire; non potrà mai dimenticarlo, perché è il padre della creatura che porta in grembo. Valentina d'Urbano ha uno stile molto coinvolgente che fa rimanere senza fiato, ma soprattutto ha una cura nello scegliere i termini che stupisce i lettori. Questo libro merita di essere letto, perché è un romanzo che esprime sentimenti forti. Quando si termina la lettura, non si sa se essere felici per l'emozione o essere tristi, perché la scrittrice ha un modo di rapire le persone con i suoi scritti come nessun altro autore è in grado di fare.

Ultima modifica il Venerdì, 16 Febbraio 2018 08:49
La Redazione

Questo articolo è stato scritto da uno dei collaboratori di Sipario.it. Se hai suggerimenti o commenti scrivi a comunicazione@sipario.it.

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via G. Rosales 3, 20124 Milano MI, Italy
  • +39 02 65 32 70

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.