sabato, 15 agosto, 2020
Sei qui: Home / Attualità / DAL MONDO / bologna
Mercoledì, 30 Novembre 2011
Pubblicato in Non categorizzato

PIANO TWELVE

Oltre 4000 persone hanno decretato il successo dell'ensemble PIANO TWELVE al loro debutto e la replica successiva al Teatro Strehler di Milano è stata trasmessa in mondovisione. Dodici musicisti, sei uomini e sei donne, suonano simultaneamente dodici pianoforti, un evento assolutamente unico con progressioni ritmiche simultanee alternate ed opposte. Le strutture ritmate, i 1056 tasti bianchi e neri dei 12 pianoforti generano un programma avvincente: superfici, linee, intrecci, sequenze di suoni e colori che si sommano e si sottraggono in energica musicale armonia. La serata sarà impreziosita dalla presenza del Coro del Friuli Venezia Giulia, preparato dal M° Cristiano Dell’Oste.

PROGRAMMA
A. Vivaldi - L'Estate
P.I Tchaikowsky - Valzer da La bella addormentata
N.Rimsky Korsakov - Il volo del calabrone
L. van Beethoven - Adagio sostenuto Al chiaro di luna
W. A. Mozart - Marcia alla Turca
M. Ravel - Bolero
D. P. Dorantes - Orobroy
M. Lewis - Honky Tonky Train Blues
E. Van Halen - Jump
G. Bregovich - Kalasnikov
V. Sivilotti - Ekecheiria
A. Borodin - Danze polovesiane
Vangelis - 1492, Conquest of Paradise
C. Orff - Fortuna Imperatrix Mundi da Carmina Burana

Mercoledì, 30 Novembre 2011
Pubblicato in Non categorizzato

STOMP

L’irresistibile esperienza di STOMP, che nasce a Brighton (Inghilterra) nel 1991 dalla creatività di Luke Cresswell e Steve McNicholas, ha trionfato in questi ultimi anni nei più importanti festival e teatri del mondo, da Broadway a Parigi, da Los Angeles a Tokyo.

Sfidando continuamente ogni convenzione sui confini di genere, STOMP è danza, teatro e musica insieme. E’ un elettrizzante evento rock, un anomalo concerto sinfonico in stile “videoclip”: senso rapido del tempo, visualizzazione della musica, vortice ritmico nella scansione delle immagini. E’ circo, rito tribale, cultura del rumore che si fondono in un’opera metropolitana. E’ l’umorismo del cinema muto dato in prestito alla Pop Art.

E’ comunicazione forte, diretta, capace di coinvolgere il pubblico di ogni lingua, cultura, generazione.

E’ sfida ecologica allo spreco urbano. E’ trasgressione heavy metal e satira anti-inquinamento.

La loro missione? Liberare, attraverso il ritmo, i suoni più comuni e per questo più sconosciuti dell’epoca contemporanea.

Mercoledì, 30 Novembre 2011
Pubblicato in Non categorizzato

PURO TANGO

"Puro Tango” scritto e diretto da Miguel Angel Zotto, ballerino e coreografo applaudito nel mondo da pubblico e critica, è un documento sulla storia degli stili del Tango in Argentina, dalla fine dell’Ottocento ai giorni nostri. Uno spettacolo completo che racconta la storia e l’evoluzione di questa straordinaria danza e della sua musica, anche attraverso l’ausilio di inediti effetti multimediali, proiezioni di filmati d’epoca accuratamente selezionati, alcuni dei quali girati 25 anni fa dallo stesso Miguel Zotto.

In scena le composizioni coreografiche riprendono i vari stili del Tango, dallo stile canyengue al salon, passando per la milonga fino alle esibizioni acrobatiche tipiche del tango “escenario”.

Lo spettacolo è arricchito dalle esecuzioni musicali dal vivo di uno tra i migliori quintetti di tango di Buenos Aires, diretta da Pocho Palmer (anche primo bandoneón) e dalla voce di Claudio Garces. I cinque musicisti, tutti bonaerensi, interpretano musiche originali di Pugliese, Troilo, D’Agostino, Di Sarli, oltre a Gardel e Piazzolla.

Mercoledì, 30 Novembre 2011
Pubblicato in Non categorizzato

GOMORRA

Lo spettacolo è tratto dall’omonimo romanzo di Roberto Saviano.
Vincitore di numerosi premi tra il 2007 e il 2008, lo spettacolo teatrale “Gomorra” è nato da un’idea di Mario Gelardi ed Ivan Castiglione prima ancora che il libro arrivasse alle stampe ed è stato scritto dallo stesso Saviano e da Mario Gelardi.

Tutto prende il via dal discorso che il giovane giornalista napoletano tenne, nel settembre del 2006, a Casal di Principe, cittadina nota per le pesanti infiltrazioni camorristiche. “Gomorra a teatro è come una sventagliata di Kalashnikov – afferma Mario Gelardi – rapida, violenta, che si staglia su un vetro blindato facendo fori più grandi e fori più piccoli. Ma è anche il racconto di una città, di un Paese, che ci appare sempre in bilico, come il cantiere quasi abbandonato in cui lo spettacolo è ambientato”. Lo spettacolo, come il libro, racconta due livelli del crimine: quello più istintivo, animalesco, violento, costituito dal braccio armato della camorra e quello imprenditoriale che non si sporca mai le mani direttamente e che ha interessi in tutto il mondo.

Un personaggio incarna Roberto Saviano che, come un Virgilio dantesco, ci conduce tra le varie storie, scava nelle dinamiche e si pone come coscienza civile di un paese.

Mercoledì, 30 Novembre 2011
Pubblicato in Non categorizzato

IL PAESE DEI CAMPANELLI

"Il Paese dei Campanelli” è veramente “un’operetta senza tempo”, sia per la sua ambientazione, in un’Olanda da favola, sia per il consenso di pubblico che continua a raccogliere.

In un’immaginaria isoletta olandese esiste un paese, dove sopra ad ogni casa c’è un piccolo campanile che custodisce gelosamente un campanello. Secondo la leggenda, questo suona ogni volta che una donna tradisce il marito, ma ciò non è mai accaduto, perché nel paese regna da tempo la serenità. A seminare il disordine arriva un giorno una nave di militari, costretta all’attracco da un’avaria. I marinai scendono a terra e subito cominciano a corteggiare le graziose donne del paese e, com’è facile prevedere, accade l’inevitabile…

Un’edizione dove lo sfarzo della messa in scena e la verve comica della vicenda fanno a gara con la bellezza dello spartito che unisce graziosi duetti (Balla la giaba, Fox della luna) e brani lirici (Il duetto del ricamo, Io vorrei che il mio sogno divin...) presentando finezze e intuizioni melodiche notevoli. Il nuovo allestimento firmato da Corrado Abbati si avvale di una cornice lussuosa, condita dall’esotismo di lune romantiche e di fiori che parlano al cuore.

Pagina 14 di 18

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.