giovedì, 23 gennaio, 2020
Sei qui: Home / Attualità / DAL MONDO / bologna
Mercoledì, 30 Novembre 2011
Pubblicato in Non categorizzato

GIN GAME

Per trascorrere le domeniche, i due anziani protagonisti Fonzia e Weller, giocano a carte. Un gioco nuovo, il gin, nel quale Weller eccelle e al quale Fonzia si sta appassionando. Affettuoso e cordiale nei confronti dell’amica in un primo tempo, l’uomo quando si rende conto che l’amica impara troppo rapidamente e comincia a vincere superando il maestro, scatena il suo disappunto, che finisce per diventare collera allo stato puro. Dietro questa rabbia si nascondono ragioni più profonde del semplice orgoglio ferito: l’anziano giocatore è vittima di un passato fatto di frustrazioni economiche e personali. Da parte sua Fonzia reagisce alle ferite accumulate in una vita di delusioni e di abbandoni, cedendo al turpiloquio e a reazioni ben lontane dalla sua educazione. Il finale ci mostra la dura realtà: due anziani stanchi e sfiduciati che avrebbero potuto essere due buoni amici se non fossero stati troppo impegnati a nascondere la propria infelicità dietro il velo dell’ipocrisia. Valeria Valeri e Paolo Ferrari, maestri indiscussi del teatro, danno qui prova eccelsa delle loro doti interpretative.

Mercoledì, 30 Novembre 2011
Pubblicato in Non categorizzato

A CHE SERVONO QUESTI QUATTRINI

"A che servono questi quattrini” è ancora oggi una commedia di grande attualità. Il testo di Armando Curcio precorre i tempi in cui si parla di immaginazione al potere, di scandali economici, dell’onnipotenza del denaro che non è necessario detenere, ma piuttosto mostrare di avere.

Ancora oggi quest’opera fa divertire e riflettere, grazie anche alla comicità e all’ironia del protagonista, Luigi De Filippo, tra i più autorevoli rappresentanti del teatro della grande tradizione napoletana. Andata in scena per la prima volta nel 1940 al Teatro Quirino di Roma, fu una delle pièce più applaudite che resero celebri i fratelli De Filippo, Eduardo e Peppino.

Oggi è Luigi De Filippo ad interpretare il marchese Eduardo Parascandoli, che, diventato serenamente povero, da ricco che era, è un seguace accanito della filosofia stoica. Insegna il disprezzo per i beni materiali a Vincenzino Esposito, il suo più fedele seguace, e fa credere a tutti, compreso l’ingenuo Vincenzino, che quest’ ultimo ha ereditato una cospicua somma di danaro. Il suo scopo, però, è dimostrare che i quattrini non servono a nulla e che basta la fama della ricchezza per procurarsi crediti da tutti.

Sarà vero che per guadagnare del denaro non occorre né lavorare, né disporre di capitali, ma basta solo essere furbi?

Mercoledì, 30 Novembre 2011
Pubblicato in Non categorizzato

LA CENA DEI CRETINI

Scritta dal francese Francis Veber negli anni Novanta, “La cena dei cretini” è una delle commedie più famose al mondo, diventata un cult dopo la trasposizione cinematografica del 1998.

La trama è semplice, ma di grande impatto comico, come si addice alle migliori commedie. Ogni mercoledì sera un gruppo di amici, ricchi e annoiati, organizza per tradizione la cosiddetta "cena dei cretini", alla quale i partecipanti devono invitare un personaggio creduto stupido e riderne sadicamente per tutta la serata. Ma non sempre le cose vanno come ci si aspetta. Una sera il "cretino" di turno riesce, infatti, a ribaltare la situazione passando, per così dire, da vittima a carnefice, in un crescendo di gag, errori e malintesi. Zuzzurro & Gaspare coinvolgono il pubblico in un turbinio di risate, nel destreggiarsi in situazioni paradossali che, loro malgrado, sono costretti a vivere. La forza di questa commedia sta proprio nella semplicità e nella genuinità della risata che provoca, nella mancanza assoluta di volgarità e in quella punta di moralismo che non guasta. Si ride e si riflette senza accorgersene.

La sera di Capodanno gli artisti avranno il piacere di brindare con il pubblico e di festeggiare l’arrivo del nuovo anno.

Mercoledì, 30 Novembre 2011
Pubblicato in Non categorizzato

IL CIGNO NERO

L'uscita cinematografica del film di Darren Aronowsky Black Swan è riuscita a regalare ancora più fama a "Il Lago dei Cigni", il balletto che da decenni appassiona spettatori di tutto il mondo. Pagine di giornali e trasmissioni televisive hanno parlato di questo titolo, partendo dalla fortunata pellicola vincitrice di numerosi premi. Le vantaggiose coincidenze offrono il pretesto per l'organizzazione di un grande evento presentato da Vittoria Cappelli e Daniele Cipriani per il Teatro Duse di Bologna, dedicato alle straordinarie musiche di Caikovskij e alle immortali coreografie di Marius Petipa, e dunque al "Il Lago dei Cigni".

Irina Dvorovenko e Maxim Beloserkovsky, i primi ballerini dell'American Ballet Theatre, saranno i protagonisti assoluti della serata, alla quale parteciperanno grandi artisti della scena internazionale della danza, come ad esempio i primi ballerini del New York City Ballet, interpreti della coreografia di Benjamin Millepied (coreografo del film Black Swan) e le danzatrici del Teatro dell'Opera di Roma.

Mercoledì, 30 Novembre 2011
Pubblicato in Non categorizzato

STANNO SUONANDO LA NOSTRA CANZONE

Scritto nel 1979 da uno dei più grandi autori contemporanei del panorama teatrale mondiale, Neil Simon, “They’re Playing Our Song” nacque per caso mentre Simon lavorava alla trasposizione in musica di un suo successo precedente, “The Gingerbread Lady”. Coadiuvato nell’impresa dal famoso compositore Marvin Hamlisch, Simon, giorno dopo giorno, si lasciò catturare dalle vicende sentimentali di Hamlisch che all’epoca stava intraprendendo una burrascosa relazione con la giovane paroliera Carole Bayer Sager. Trovando decisamente più comiche ed interessanti le vicissitudini del suo collaboratore rispetto alla trama di “The Gingerbread Lady”, Simon abbandonò definitivamente il suo progetto per scrivere, assieme ai diretti interessati, “Stanno suonando la nostra canzone”. Musicato dallo stesso Hamlisch su canzoni scritte da Bayer Sager, il testo di Simon racconta la tenera,ma tumultuosa, relazione tra Vernon Gelsh, nevrotico compositore di successo, e Sonia Walsk, paroliera di belle speranze alla ricerca del lavoro che la lanci nell’ambiente dello spettacolo.

Presentato sui palcoscenici di Broadway già nel ‘79, la commedia musicale “Stanno suonando la nostra canzone” riscosse subito un clamoroso successo, replicato nel 1981 anche in Italia dalla "ditta" Gigi Proietti e Loretta Goggi.

Pagina 15 di 18

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.