mercoledì, 19 gennaio, 2022
Sei qui: Home / Attualità / I fatti / 26 FESTIVAL DELLE COLLINE TORINESI. -di Maura Sesia

26 FESTIVAL DELLE COLLINE TORINESI. -di Maura Sesia

Gli spettacoli. Foto Andrea Macchia Gli spettacoli. Foto Andrea Macchia

26 FESTIVAL DELLE COLLINE TORINESI
TORINO CREAZIONE CONTEMPORANEA
Torino, Collegno, Rivoli
14 ottobre – 14 novembre 2021

Festival d’Automne. No, non siamo a Parigi, ma a Torino, dove si è tenuta la XXVI edizione del Festival delle Colline Torinesi – Torino Creazione Contemporanea, per la prima volta non d’estate. La manifestazione aveva sacrificato la scorsa edizione al covid. E’ tornata rinvigorita, con tante compagnie internazionali a testimoniare l’evoluzione del teatro. Isabella Lagattolla e Sergio Ariotti hanno concertato un programma in cui si palesa la vicinanza all’arte contemporanea, sempre più presente nel palinsesto, anche se da anni, con i segni d’artista per il logo e con svariati lavori, per il festival non esistono confini tra i generi artistici. E confini/sconfinamenti è il titolo dell’edizione appena trascorsa. D’ora in poi il festival resterà d’autunno, già note le date del 2022, dall’11 ottobre al 6 novembre. Il cartellone 2021 ha intrecciato temi, stili, provenienze, con omaggi alle compagini storiche della sperimentazione nostrana, come Motus e Societas Raffaello Sanzio, e spazi per gli emergenti. Piuttosto emerso il teatro di regia di Liv Ferracchiati, qui con La tragedia è finita. Platonov, ammiccante commistione tra privato e pubblico, letteratura e autobiografia, sberleffo e tragedia. Potente Fine pena ora di Elvio Fassone, adattato e diretto da Simone Schinocca, con Salvatore D’Onofrio, per Tedacà, uno squarcio sul regime carcerario attraverso un’esperienza di empatia autentica.

Isabella Lagattolla e Segio Ariotti phAndreaMacchia

Isabella Lagattolla e Segio Ariotti. Foto Andrea Macchia

Davvero rilevanti alcuni titoli internazionali; Imitation of Life, dell’ungherese Proton Theatre, con scenografia e video oltremodo sorprendenti in una vicenda di sfregi tra etnie e in un quadro miserrimo e ingiusto. Gli spagnoli Agrupaciόn Senor Serrano con The mountain hanno appaiato, per discettare sul concetto friabile di verità, la conquista dell’Everest ad opera dell’inglese Mallory, incerta nel suo compimento, e la trasmissione radiofonica di Orson Welles La guerra dei mondi in cui il geniale regista si immaginò l’arrivo dei marziani sulla terra. Ed è un agglomerato di storie sfaccettate nei modi più intriganti All the good dei belgi Needcompany, fitto di sorprese, con scenografia imponente e semovente, con canti, suoni e danze, con racconti, amore, morte, perplessità e poesia. Coppia storica del festival Cuocolo/Bosetti ha portato il nuovo Exhibition al Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea; è prosa in cammino diffusa nella cuffie degli spettatori, attraversando le sale, in un percorso interiore che intercetta decine di artisti figurativi, nella suggestione di un’originale concezione del fatto teatrale. Anche i libanesi Lina Majdalanie e Rabih Mroué si sono palesati con raffinate, colte e ironiche performance, dove la drammaturgia è opera d’artista.

Maura Sesia

Ultima modifica il Domenica, 05 Dicembre 2021 00:07

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.