lunedì, 20 settembre, 2021
Sei qui: Home / Recensioni / Rassegna Festival / TODI FESTIVAL, Stagione 2021 - "The wasp – La vespa", regia Piergiorgio Piccoli. -di Pierluigi Pietricola

TODI FESTIVAL, Stagione 2021 - "The wasp – La vespa", regia Piergiorgio Piccoli. -di Pierluigi Pietricola

Guenda Goria e Myriam Galanti in "The wasp – La vespa", regia Piergiorgio Piccoli Guenda Goria e Myriam Galanti in "The wasp – La vespa", regia Piergiorgio Piccoli

The wasp – La vespa
Debutto nazionale
Di Morgan Lloyd Malcolm
Traduzione di Enrico Luttmann
Regia di Piergiorgio Piccoli
Con Guenda Goria, Myriam Galanti
Produzione Theama Teatro
Todi Festival 2021
Teatro Comunale, 31 agosto 2021

Se la critica, insegnava Mario Praz, è l’arte di farsi possedere dal demone dell’analogia, The wasp di Morgan Lloyd Malcolm somiglia molto a Le braci di Márai. In entrambi i casi abbiamo una storia di amicizia che si riaccende dopo un incontro fortuito e casuale. Occasione ideale per rivivere gioie ma, soprattutto, rancori mai sopiti e per regolare vecchi conti una volta per sempre.
Questa, in brevissima sintesi, la storia che Lloyd Malcolm racconta in The wasp, simile a Le braci, come si diceva. Ma, a differenza del romanzo di Márai che lascia in sospeso questioni che sarà poi il lettore a concludere dal proprio punto di vista, The Wasp va oltre: conduce i suoi personaggi – Carla ad Erica – allo stremo del confronto senza che le questioni sollevate rimangano irrisolte.
Diversissime per temperamento, le due protagoniste: Erica è una donna precisa che tutto programma ed ha successo nella vita. Carla, al contrario, improvvisa sempre. La sua è la tipica esistenza di chi non sa emanciparsi dai propri vizi, così come dai propri limiti; ed è vittima anche dei dispiaceri vissuti, perché non riesce ad allontanarli da sé. È questo che manderà in rovina la sua vita.
Man mano che le due protagoniste, incontratesi per caso a un bar dopo anni, parlano ricordando i vecchi tempi, ecco emergere un passato tutt’altro che roseo: Erica è stata una bimba timida, silenziosa, debole e maltrattata da Carla, a sua volta adolescente prepotente, aggressiva e crudele verso la sua amica, alla quale ha inflitto una sevizia fisica. Sotto le mentite spoglie di una proposta ben pagata – uccidere suo marito, infedele e assiduo frequentatore di prostitute – Erica ordisce una trappola attorno a Carla, ormai decisa a vendicarsi di tutte le crudeltà che l’amica le ha inflitto in gioventù.
La trasposizione scenica di The Wasp curata da Piergiorgio Piccoli è stata sufficientemente discreta. La regia si è concentrata in particolare sulla similarità caratteriale dei due personaggi: in apparenza l’una l’opposto dell’altra. In verità, somiglianti. Con la differenza che Erica è fredda e calcolatrice, e quindi spietata. La cattiveria di Carla, invece, è frutto di un istinto malato sul quale non s’innesta nessun pensiero, alcuna intenzionalità.
Guenda Goria (Erica) e Myriam Galanti (Carla) hanno appena accennato, con le loro interpretazioni, le caratteristiche dei rispettivi personaggi. La Goria, in alcuni momenti, è apparsa scoordinata fra recitazione fisica e verbale, lasciando che i due strumenti attoriali andassero ciascuno per proprio conto invece di sostenersi a vicenda. Dall’altro lato, la Galanti ha conferito alla sua Carla poche sfumature, lasciando così il personaggio in una condizione di immaturità.
Metafora di una malattia che cresce e uccide dall’interno – come la larva di un particolare tipo di vespa – The wasp ribadisce un concetto fondamentale del pensiero junghiano: far sì che oscurità e luce, presenti nell’individuo, vivano in equilibrio.
Un’idea bella, ma non così originale.

Pierluigi Pietricola

Ultima modifica il Giovedì, 02 Settembre 2021 20:28

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.