lunedì, 18 ottobre, 2021
Sei qui: Home / Recensioni / Rassegna Festival / 53° FESTIVAL DELLE NAZIONI Città di Castello dal 22 al 29 agosto 2020 - "OMAGGIO ALLA NORVEGIA", con I SOLISTI VENETI. -di Annamaria Pellegrini

53° FESTIVAL DELLE NAZIONI Città di Castello dal 22 al 29 agosto 2020 - "OMAGGIO ALLA NORVEGIA", con I SOLISTI VENETI. -di Annamaria Pellegrini

I SOLISTI VENETI diretti da GIULIANO CARELLA I SOLISTI VENETI diretti da GIULIANO CARELLA

54° FESTIVAL DELLE NAZIONI OMAGGIO ALLA NORVEGIA
I SOLISTI VENETI diretti da GIULIANO CARELLA
MASSIMO MERCELLI flauto
Con la partecipazione di Ernest Hoetzl clavicembalo
EDVARD GRIEG Varen
ANTONIO VIVALDI Concerto in fa maggiore op. 10 La tempesta di mare
Concerto in sol minore op.10 La notte
Concerto in re maggiore op. 10 Il gardellino
GIUSEPPE TARTINI Concerto in sol maggiore per flauto, archi e basso continuo
EDVARD GRIEG From Holberg’s Time Suite in the Olden Style op. 40
CITTA’ di CASTELLO CHIESA di SAN DOMENICO, 2 settembre 2021

Varen, Primavera, di Edavard Grieg, e ci si immerge in un mondo di suoni, quello scelto dagli incomparabili Solisti Veneti, che nel corso di una magica serata riuscirà a svelare al pubblico che occupa ogni spazio consentito del San Domenico, a Città di Castello, la felice e creativa comunicazione intercorsa tra la musica del nostro paese e la Norvegia, a partire dal Settecento. Nata come Lied, trascritta dallo stesso autore per orchestra d’archi, emoziona senza far sentire la mancanza del verso. I Solisti Veneti sono i veri eredi di una splendida tradizione, che ha il suo più famoso esponente in Vivaldi. Sarà naturale quindi continuare questo percorso già preromantico sulla natura con La tempesta sul mare, La notte e Il gardellino, opus 10 col quale il nostro inserisce il flauto come protagonista del concerto, ed ebbe un tale successo che già nel Settecento fu pubblicato in Amsterdam. L’esecuzione esige una maestria assoluta, ed ecco il protagonista d’eccezione, Massimo Mercelli, al quale i più importanti compositori contemporanei affidano le loro novità. Ha affrontato senza timori i salti e le discese delle onde con i violini, ne ha accompagnato la dolcezza meditativa della Notte ed infine ha espresso un virtuosismo insuperabile nel Gardellino. E’ giunto avventurosamente, ed oggi possiamo ancora trovarlo lì, nella biblioteca di Uppsala, il manoscritto di Giuseppe Tartini del concerto per flauto archi e basso continuo che ci ha deliziato a seguire con la sua cantabilità tutta italiana, ed in fine di serata ancora un omaggio alla Norvegia con l’opera che Grieg ha dedicato al grande padre della letteratura danese Ludwig Holberg, vissuto nel Settecento, quando Danimarca e Norvegia erano una sola nazione. In questa suite dapprima scritta per pianoforte predominano i ritmi di danza, e il ruolo del cembalo ci permette di citare un altro discreto ma fondamentale protagonista di questa serata indimenticabile, Ernest Hoetzl, figura eclettica di musicista e umanista.

Annamaria Pellegrini

Ultima modifica il Martedì, 28 Settembre 2021 10:56

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.