domenica, 01 novembre, 2020
Sei qui: Home / Recensioni / Rassegna Festival / Festival Internazionale di Cinema, La Biennale di Venezia 70: NIGHT MOVES di D.G.

Festival Internazionale di Cinema, La Biennale di Venezia 70: NIGHT MOVES di D.G.

Night moves di Kelly Reichardt Night moves di Kelly Reichardt

Venezia 70 In concorso

NIGHT MOVES
(USA 2013, drammatico 112′) di Kelly Reichardt; con Dakota Fanning, Peter
Sarsgaard, Jesse Eisenberg, Alia Shawkat, Clara Mamet, James LeGros, Katherine
Waterston, Nate Mooney, Logan Miller, Matt Malloy.

Quando un gesto mosso dai più nobili principi cessa di essere costruttivo e diventa un atto distruttivo?

Oregon.Tre ecologisti convinti decidono di compiere un atto radicale, di manifestare il proprio dissenso verso lo sconsiderato sfruttamento delle risorse naturali facendo saltare una diga idroelettrica. L'ermetico Josh (interpretato da Jesse Eisenberg), l'intrepida Dena (Dakota Fenning) e l'esperto Harmon (Peter Sarsgaard) abbandonano la lotta ambientalista dei loro compagni a base di manifestazioni, opuscoli e video-denuncia a cui il mondo rimane sordo come un tabagista ad una campagna antifumo e optano per farsi sentire in modo diverso: organizzano quindi la distruzione di una diga progettando tutto nel minimo dettaglio, ma una volta che quel simbolo salta in aria in un' esplosione che sentiamo in lontanaza, attuttita dalla loro fuga, tutto sembra cambiare solo nelle loro vite. L'eco dell'atto si ferma impresso in un trafiletto del giornale locale. La voce che si alza dai media e che invade tutte le case è invece quella dei parenti di un campeggiatore che si trovava nei pressi dell'esplosione e di cui si sono perse totalmente le tracce. Josh e Dena vengono sommersi dai dubbi e a quando arriva la notizia del ritrovamento del cadave iniziano ad affondare. Ecco il vero detonatore. Impossibilitati a comunicare tra di loro per la paura di essere scoperti e
isolati dalla comunità in cui erano perfettamente integrati, sopportano da soli il peso di quella morte non calcolata, quell'imprevisto che ha reso così labili i loro propositi. Soli. Non possono più contare sulla complicità che si era instaurata tra loro in tutti quegli anni, non si riconoscono più, non sanno più come interagire e soprattutto non sanno più se potersi fidare ancora l'uno dell'altro. Chi è ora il nemico da combattere? la diga è rotta. L'inconscio si riversa nel reale. La vita assume valori diversi.

Ambientato in un paesaggio spettacolare, a cui è impossibile rimanere insensibili, questo eco- thriller procede lentamente (a volte in modo snervante) e crea sì una tensione, un disagio che però evapora troppo in fretta per incidere, tutto si risolve troppo superficialmente per ottenere una reale introspezione. Lo spunto è chiaramente interessante, ma non detona, e la materia trattata meriterebbe di non lasciare ancora una volta, purtroppo indifferenti. Non solleva un'auspicabile discussione su come smuovere veramente le acque per responsabilizzare il mondo sulla sua costante autodistruzione e non si addentra abbastanza nella psicologia dei protagonisti per poter essere un'indagine disturbante e coinvolgente sull'eco terrorismo, o comunque sugli atti estremi mossi da sani principi. E' come se mancasse una presa di posizione forte che purtroppo ci lascia delusi di fronte un'occasione mancata.

Ultima modifica il Lunedì, 02 Settembre 2013 21:20

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.