mercoledì, 16 giugno, 2021
Sei qui: Home / R / ROMEO E GIULIETTA - coreografia Jurij Grigorovič

ROMEO E GIULIETTA - coreografia Jurij Grigorovič

Romeo e Giulietta Romeo e Giulietta Coreografia Jurij Grigorovič

di Sergej Prokof'ev
coreografia di Jurij Grigorovič
Direttore d'Orchestra Raušan Jakupov
con il Teatro Balletto del Cremlino
Teatro Carlo Felice, Genova, dal 22 al 28 marzo 2012

www.Sipario.it, 3 aprile 2012

Di nuovo contento il pubblico del balletto del Carlo Felice che ha visto tornare nel teatro genovese la danza di qualità. In effetti era davvero un dispiacere per chi ama la danza classica vedere che su un palcoscenico di tal pregio fos-sero ospitate compagnie di poco conto, oltre che una spina nel cuore che lasciava a tante amare considerazioni. Ed invece dal 22 al 28 marzo scorsi per un totale di sette repli-che, tra serali e pomeridiane, si è assistito ad un altro Romeo e Giulietta di pregio portato dal Balletto del Cremlino, dopo quello di Nacho Duato presentato nel 2008. Certamente di tutt'altra impronta tecnica rispetto a quello di Duato che, come tutti sappiamo è coreografo di danza contemporanea, qui la coreografia è in mano a Grigorovic, classico fino al midollo che nel 1968 ha avuto il suo grande riconoscimento con la sua straordinaria versione di Spartacus creata per Vladimir Vasiliev ed Ekaterina Maximova. Grigorovic debuttò col suo Romeo e Giulietta nel 1979, dopo la scarsa fortuna avuta dalla prima coreografia della partitura di Prokof'ev, quella di Lavroskij e da subito ottenne largo consenso di pubblico, e soprattutto da parte del compositore, mai contento di come veniva tradotta in passi la sua musica. Ma veniamo all'esecuzione del Balletto del Cremlino, ineccepibile e dal sapore prettamente russo dall'inizio alla fine. La compagnia è giovane, ha solo ventidue anni, così come giovani sono i danzatori che la compongono e questa freschezza viene fuori in questo Romeo e Giulietta, così come viene fuori la disciplina russa insegnata loro da Ekaterina Maksimova, che dai primi giorni della fondazione della compagnia fino al suo ultimo giorno di vita, ha svolto il ruolo di Maitre de Ballet e pedagogo principale della compagnia. Sul Balletto del Cremlino non ci sono dubbi, niente a che fare con le false compagnie che di russo hanno solo la denominazione, qui, dalla prima entrata in scena dei danzatori, si legge la classe e la preparazione di chi la danza classica l'ha imparata bene sin da giovane età e che la studia continuamente dieci ore al giorno. Deliziosa la prima ballerina Natal'ja Balahniceva, nel ruolo di Giulietta, appassionato nel suo Romeo Mihail Martynjuk, ma chi ha coinvolto di più sono stati senz'altro Egor'Motuzov e Kirill Ermolenko. Energici, scattanti e virtuosi hanno saputo dare a Mercurio e Tebaldo quel vigore voluto dal ruolo e dalla partitura musicale. D'effetto anche la scenografia di Simon Virsaladze che presenta la storia shakespeariana su due piani. Peccato per l'esecuzione dell'orchestra del Carlo Felice, indubbiamente sotto tono dietro la bacchetta di Rausan Jakupov, come peccato il pubblico non fosse tanto numeroso da riempire la platea, chissà, forse scottato da quanto il teatro aveva offerto in precedenza.

Francesca Camponero

Ultima modifica il Domenica, 03 Marzo 2013 15:06
La Redazione

Questo articolo è stato scritto da uno dei collaboratori di Sipario.it. Se hai suggerimenti o commenti scrivi a comunicazione@sipario.it.

Articoli correlati (da tag)

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.