sabato, 12 giugno, 2021
Sei qui: Home / R / RUGANTINO DANCE OPERA - coreografia Maria Teresa Dal Medico, Renato Greco

RUGANTINO DANCE OPERA - coreografia Maria Teresa Dal Medico, Renato Greco

Rugantino Dance Opera Rugantino Dance Opera Coreografia Maria Teresa Dal Medico, Renato Greco

di Gino Landi e Renato Greco
ispirato alla commedia musicale di Garinei e Giovannini
musiche: Armando Trovajoli
coreografie: Maria Teresa Dal Medico, Renato Greco
scene: Massimo Roth
costumi: Giuseppe Tramontano
regia: Gino Landi
Roma, Teatro Greco, dal 15 novembre al 6 gennaio 2007

Il Messaggero, 17 novembre 2007
Il ritorno di "Rugantino": dopo 45 anni
di successi è ancora "standing ovation"

Rugantino: quarantacinque anni e non li dimostra. L'icona della commedia musicale italiana, firmata dalla premiata ditta Garinei e Giovannini, è ritornata a Roma, al Teatro Greco, dopo il rodaggio estivo a Villa Pamphilj, e ha puntualmente riscosso un grande successo, con "standing ovation" finale per Armando Trovajoli, visibilmente commosso sul palcoscenico insieme a tutto il cast.
C'era molta attesa per questo spettacolo, che la locandina definisce una "dance opera", firmato da Gino Landi per la regia e da Renato Greco e Maria Teresa Dal Medico per la coreografia. L'idea nasce nel lontano 1962: la Dal Medico era prima ballerina in una commedia di Garinei e Giovannini. Quest'ultimo, allora, le dedicò il primo libro di Rugantino. Trent'anni più tardi Pietro Garinei, nell'idea di fare del suo Rugantino un balletto, scrisse su quello stesso libro, riferendosi alla Dal Medico e a Greco: «al papà e alla mamma del nuovo Rugantino, con tanti auguri».
L'operazione funziona: gli autori, nel rispetto e nell'amore per la commedia di Garinei e Giovannini, hanno realizzato uno spettacolo che si esprime attraverso la danza, da un lato eliminando alcuni personaggi che non erano conciliabili con le esigenze di un balletto, dall'altro realizzando dei "doppi", come Rugantino e Rosetta, affidati sia a ballerini sia a cantanti. Efficaci le scene di Massimo Roth, una garanzia di qualità la regia di Gino Landi. Ben 26 ballerini e quattro cantanti danno corpo e voce alla vicenda con un ritmo serrato ed efficace. La compagnia di ballo è di tutto rispetto, mentre quella di canto è sembrata più eterogenea. Si replica fino al 6 gennaio.

Luca Della Libera

Ultima modifica il Lunedì, 22 Luglio 2013 09:21
La Redazione

Questo articolo è stato scritto da uno dei collaboratori di Sipario.it. Se hai suggerimenti o commenti scrivi a comunicazione@sipario.it.

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.