giovedì, 02 aprile, 2020
Sei qui: Home / Cinema / Operazione Gattopardo - di Alberto Anile, Maria Gabriella Giannice

Operazione Gattopardo - di Alberto Anile, Maria Gabriella Giannice

Operazione Gattopardo - di Alberto Anile, Maria Gabriella Giannice Alberto Anile, Maria Gabriella Giannice
OPERAZIONE GATTOPARDO
Le Mani, Genova, Euro 20.00, pp.404

(CINEMA - Alberto Pesce)

Apprezzato o discusso, lo si etichetta "di destra" Il Gattopardo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, protagonista don Fabrizio principe di Salina a cavallo della Storia ma fuori del giro. Lo si stringe sul catechismo del "se vogliamo che tutto rimanga com'è, bisogna che tutto cambi".
Come, quattro anni dopo, sullo schermo, sia diventato un successo "di sinistra", Alberto Anile e Maria Gabriella Giannice , prima di sei conversazioni con Citto Maselli, Ugo Gregoretti, Lucilla Morlacchi (la Concetta del film), Enrico Lucherini, Mino Argentieri, Enrico Medioli (cosceneggiatore ), ne ripercorrono la strana evoluzione affrontando una serie di questioni, per "il libro ponendo soprattutto dei problemi, il film promettendo di risolverli".
Partono dal 1954 quando dopo un convegno a San Pellegrino Terme, quasi a sfida del mondo letterario del tempo, Tomasi sente risvegliarsi "una salutare voglia di revanche". Poi, con spettroscopica minuzia di analisi inseguono varie versioni anche parziali del romanzo, rifiuti editoriali Mondadori e Einaudi, dopo la morte di Tomasi entusiasmo di Bassani e interessamento di Feltrinelli editore, con Sciascia, Vittorini, Moravia primi dubbi di parte comunista, anche per reali ma non colte peculiarità del romanzo. Dopo il trionfo del premio Strega 1959 e consensi da sinistra di Aragon e Luckas indugiano su un " contrordine, compagni", magari diversificando messaggio con un film, forse sotto regìa di Giannini prima di orientarsi diverso facendo coincidere esigenza "produttiva di Lombardo, creativa di Visconti, ideologica di Alicata", eliminando i capp. V, VII, VII "ideologicamente indomabili" per riuscire a "correggere in senso marxista il punto di vista di Lampedusa", non senza laboriose fasi prima di giungere alla sceneggiatura definitiva, scegliere cast e location, iniziare le riprese, pizzicare ancora "strategiche" modifiche persino tra l'anteprima e la Palma d'oro di Cannes 1963.

Alberto Pesce

Ultima modifica il Domenica, 15 Dicembre 2013 20:23

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.