venerdì, 03 aprile, 2020
Sei qui: Home / Cinema / Sfidare il racconto dei potenti - Ken Loach

Sfidare il racconto dei potenti - Ken Loach

loach potentiKen Loach
SFIDARE IL RACCONTO DEI POTENTI
Lindau, Torino, euro 9.00, pp.49
(CINEMA - Alberto Pesce)

Cineasta militante che per istinto e passione non ha mai rinnegato la sua vocazione "antisistema", l'inglese Ken Loach a volte è sembrato ammorbidire rabbioso furore e tagliente piglio realistico, ma sapeva sempre tornare aspro e duro, contro greve conservatorismo di un Occidente capitalista, democrazia thatcheriana in via di privatizzazioni e smantellamenti sociali, spietatezza di un'economia di mercato, illegalità colonialiste in una straziata Irlanda del Nord.
Con i suoi film Loach ha sempre cercato di "inceppare il congegno, stravolgere lo status quo, sfidare il racconto dei potenti". Sono i criteri con cui Loach abbrivia una intervista-confessione concessa a Frank Barat e in cui prima di pestare pedale sul respiro "politico" del suo cinema, precisa idee e forme della propria poetica. Come calibrare obiettivo-sguardo di cinepresa a livello degli spettatori per "guardare il mondo attraverso i loro occhi". Come vivere il set "seguendo l'ordine della storia", dopo aver aiutato gli attori ad essere "film-maker" in modo che "ognuno sa chi è e quale è stato il suo passato". Come ben lavorare con una squadra "all'unisono", a cominciare dallo sceneggiatore complice anche sul piano ideologico. Come sia il lavoro di montaggio "sempre su pellicola" e funzione "universale" della musica.
Ciò premesso, Loach esemplifica a rimpiattino le varie temperie storiche nelle difficoltà e nelle speranze.. Con i quattro documentari di Channel 4 il "periodo nero" degli anni 80 ai tempi della Thatcher. Con Sweet Sixteen l'"indignazione puritana della piccola borghesia". Con i film sull'Irlanda, miopìa di istituzioni, distributori, esercenti. Con i problemi familiari di Cathy Come Home o la guerra civile spagnola di Terra e libertà la proposta politica che possa "fare da detonatore, essere la scintilla che dà fuoco alle polveri".Alberto Pesce

 

 

 

 

Ultima modifica il Sabato, 04 Luglio 2015 00:08

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.