lunedì, 16 settembre, 2019
Sei qui: Home / Teatro / Teatro di Diego Fabbri (Il) - Jesù e il seduttore di Perluigi Moressa

Teatro di Diego Fabbri (Il) - Jesù e il seduttore di Perluigi Moressa

Il teatro di Diego Fabbri di Perluigi MoressaPerluigi Moressa
TEATRO DI DIEGO FABBRI (IL) - GESU' E IL SEDUTTORE
Paolo Emilio Persiani, 2012, Euro 15.90 pp.132

Concepito nel centenario della nascita di Diego Fabbri (1911-1980), il libro fornisce un'analisi complessa e profonda dedicata alla figura del drammaturgo e alla sua opera. Autore fra i più rappresentati dell'intero Novecento, Fabbri viene oggi ricordato e messo in scena soprattutto con due lavori rimasti celebri: Il seduttore (1951) e Processo a Gesù (1952-54). Essi compongono un binomio che cela il filo conduttore della drammaturgia di Diego Fabbri, protesa a far conoscere le lacerazioni che affliggono l'uomo moderno, sospeso fra tentazione della facile conquista e l'anelito spontaneo alla verità, che l'autore individua nell'affermazione della natura individuale di ciascuno. Il percorso di Fabbri, uomo di fede, si arricchisce di un amore liberato dal peso delle convenzioni sociali e istituzionali per giungere a indagare la profondità dell'animo umano e a esaltarne, accanto al desiderio di affetti sinceri, il bisogno di unicità della persona. L'opera di Diego Fabbri appare, dunque, spartita, non scissa, tra commedie dal tono intimo e brillante e tragedie in cui risuonano palesi i richiami alla sua formazione culturale e agli autori (soprattutto Dostoevskij e Muriac) da cui questa riflessione drammaturgica trasse spunti formativi e riflessi filosofici.
L'autore del libro Pierluigi Moressa, partendo dalla Forlì in cui Fabbri nacque e condusse le prime esperienze gionalistiche e teatrali, ci induce, descrivendo la vita e l'opera del drammaturgo svoltasi principalmente a Roma, a cogliere il profilo di una società che, attraverso vicende storiche e sociali, trovò il proprio specchio nel teatro del Novecento e, nel palcoscenico di Diego Fabbri, lo spazio di una rappresentazione, che ancora oggi riesce a mostrarsi attuale e parlare al cuore dell'uomo.

Pierluigi Moressa (Forlì 1959), medico psichiatra, membro associato della Società Psicoanalitica Italian, giornalista pubblicista, si interessa del rapporto tra processi di pensiero e attività creativa. Ha scritto numerosi saggi su figure appartenenti al mondo dell'arte, della storia e della letteratura.

Mario Mattia Giorgetti

Ultima modifica il Sabato, 16 Marzo 2013 14:36
La Redazione

Questo articolo è stato scritto da uno dei collaboratori di Sipario.it. Se hai suggerimenti o commenti scrivi a comunicazione@sipario.it.

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.