mercoledì, 24 luglio, 2024
Sei qui: Home / A / ARGENTINI D’OLTREMARE - conduce Stefano Jacoviello

ARGENTINI D’OLTREMARE - conduce Stefano Jacoviello

Argentini d'Oltremare Argentini d'Oltremare

TRADIRE – Le radici nella musica 2024
ACCANTO
ARGENTINI D’OLTREMARE
JAVIER GIROTTO – sax soprano, flauto quena
VINCE ABBRACCIANTE – fisarmonica
Conduce Stefano Jacoviello
SIENA, Palazzo Chigi-Saracini, Salone dei concerti 7 marzo 2024

www.Sipario.it, 15 marzo 2024

L’ultimo appuntamento di quest’ultima serie di TRADIRE, ormai ben conosciuta dal pubblico senese, ha visto un tale afflusso che si è voluta aprire anche la galleria, per non rimandare a casa nessuno: sarà stato il richiamo del nome di Javier Girotto, che ha fatto al contrario il percorso d’oltremare dei suoi antenati, o la sola parola Argentina, abbinata alla fisarmonica,  molti hanno voluto tentare comunque, anche a prenotazioni complete… e sono stati premiati. Stefano Jacoviello può andar fiero di questa sua creatura musicale che vuole spaziare nelle radici delle musiche del mondo, quelle che solcano gli oceani e vanno e ritornano, ed appartengono a chi nel tradirle le fa proprie. Ma la vera scoperta per il pubblico è stato il giovane fisarmonicista Vince Abbracciante, un figlio di Puglia virtuoso del suo strumento e  compositore straordinario, che fonde la propria creatività con quella dell’argentino, e con lui attraversa l’oceano che pone “accanto” l’Italia al paese sudamericano più italiano che c’è. Le musiche eseguite attingono anche al loro ultimo lavoro, Santuario, pensato nella solitudine in tempi di pandemia, pubblicato nel ’21, e completato da un brano struggente dell’argentino Luis Bakalov, a lungo docente chigiano  di musica per il cinema. 

Tra pubblico e musicisti si è creata da subito una forte empatia, tra musica e parola, perché Girotto e Abbracciante hanno sottolineato con il racconto la rispettiva creatività,  di come il primo abbia durante la pandemia visto in tv un documentario che racconta di uno spazio per accoglienza degli animali da allevamento, che gli ha ispirato un brano, di come una esecuzione dell’altro sia la colonna sonora  di  un documentario  sulla vicenda di un gruppo di emigrate pugliesi in Brasile che, tra un’orecchietta e l’altra, hanno dato vita ad un incredibile accudimento di bambini senza appoggio familiare… Toccante come nessun altro il brano intitolato all’aprile dell’82, guerra delle Malvinas, nel quale Girotto ha perso un  caro amico, giovane come lui. E ci si domanda come abbiamo potuto pensare che la guerra delle Malvinas fosse un conflitto da operetta. Storie sottolineate da musiche ricche di una creatività forte, di grande vitalità, virtuosismo mai fine a se stesso, e dunque coinvolgenti per un pubblico che affianca, in questa come nelle altre edizioni di Tradire, quello abituale dell’Accademia ad un altro, nuovo, spesso più giovane ma non solo, che sa apprezzare una musica di confine  che  ha proprio nelle radici antiche dei popoli, e nei loro incontri di sonorità, il segreto di una creatività che si rinnova nel tradere, tramandare col tradire.

Annamaria Pellegrini        

Ultima modifica il Domenica, 17 Marzo 2024 02:06

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.