giovedì, 29 luglio, 2021
Sei qui: Home / F / FRIGO (IL) - regia Andrea Adriatico

FRIGO (IL) - regia Andrea Adriatico

Il frigo Il frigo Andrea Adriatico

di Copi
uno spettacolo di Andrea Adriatico per Eva Robin's
Roma, Teatro India, 19 e 20 giugno 2007

Corriere della Sera, 22 giugno 2007
Per Eva Robin's il frigorifero-totem

Venti o più anni fa, ad una cena in casa di amici arrivò Paolo Villaggio con l' allora sconosciuta Eva Robin' s. Eravamo seduti allo stesso tavolo. Paolo Villaggio era scatenato, raccontava aneddoti su aneddoti. Eva Robin' s taceva, o sorrideva, lievemente, beffardamente, in modo super-seduttivo. Poi, da lei mi sono distratto. Non ho seguito la sua carriera. Non l' ho più incontrata. Leggo ora, nel programma di sala, che nel 1993 recitò in un altro spettacolo di Andrea Adriatico, «La voce umana». L' anno scorso ha debuttato in «Il frigo» di Copi, in scena ora all' India, nella bella rassegna Short Theatre promossa dal gruppo romano degli Artefatti. Ma «Il frigo» si impone all' attenzione per due ragioni: per la presenza di Eva Robin' s e per la regia di Adriatico. Di questo giovane regista attivo in Bologna avevo visto due mesi fa l' eccellente «Il ritorno al deserto» di Koltès. Nell' atto unico di Copi, egli non solo conferma il proprio talento. Lo conferma rivelando uno stile tutto suo, cioè indipendente dal testo messo in scena. La scena de «Il frigo», di Andrea Cinelli, è vista contemporaneamente di fronte e dall' alto. Leggiamo le indicazioni dei luoghi (di una casa) come in un' installazione di tipo concettuale; e, questa casa, la vediamo com' è, pop, geometrica, coloratissima: rossa la sedia, bianca e verde la parete che immette nelle stanze sottratte alla vista, nero il frigorifero-totem, un regalo della mamma alla protagonista, un' ex modella che compie cinquant' anni, si ritira dalla professione, intende scrivere le sue memorie, vorticose, sempre da aggiornare, dunque inscrivibili. Ciò che mi piace negli spettacoli di Adriatico è la sua volontà di tenere tutto sotto controllo, non vi è nessun movimento che sia casuale, la scansione matematica dei tempi e dei movimenti assomiglia alle sue fredde scene, che consentono agli eventi di acquisire luce e spicco. Non per nulla, come una molla, da una scatola appena scoperchiata salta fuori, con la sua prepotente e tuttavia delicata vitalità, la protagonista. Eva Robin' s è nello stesso tempo la figlia, la stupida, invadente madre, la occhialuta cameriera, la psicanalista (una bambola gonfiabile), un topo, un cane. Come cane, la Robin' s è meravigliosa. Raggiunge una punta di ironia prima mai vista, mai percepita. È impressionante anche il suo trasformismo, sia fisico sia verbale, ossia psico-fisico. Di volta in volta, è davvero ciò che rappresenta nello stesso tempo non essendolo, tenendosene cioè alla debita distanza. Se deve essere spiacevole, o antipatica, non si tira indietro. Ma tanto meno si tira indietro se deve essere seducente. Anzi, seducente lo è in modo formidabile: in un primo momento pensi che per Copi è un' interprete ideale, poi (come per il suo regista) pensi che Copi non c' entra nulla, viene dall' interprete superato nel suo stesso terreno di indecibilità, di instabilità, di provvisorietà dell' essere, e di suo incommensurabile fascino.

Franco Cordelli

Ultima modifica il Martedì, 20 Agosto 2013 09:50

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.