sabato, 22 gennaio, 2022
Sei qui: Home / F / FLATLANDIA - lettura drammatica e musicale Chiara Guidi

FLATLANDIA - lettura drammatica e musicale Chiara Guidi

Flatlandia Flatlandia Lettura drammatica e musicale Chiara Guidi

dall'omonimo racconto fantastico a più dimensioni,
 pubblicato anonimamente nel 1882,
 scritto da Edwin Abbott Abbott (1838–1926).

Tradotto da Masolino D'Amico
lettura drammatica e musicale: Chiara Guidi
cura del suono: Marco Olivieri
, organizzazione: Valentina Bertolino, Gilda Biasini,
 amministrazione: Simona Barducci, Elisa Bruno, Michela Medri
produzione: Socìetas Raffaello Sanzio
Teatro Sociale di Gualtieri (RE), 18 e 19 settembre 2013

www.Sipario.it,  22 settembre, 2013

Il visionario e surreale itinerario dalla bidimensionalità alla terza dimensione d'un quadrato che s'eleva al cubo, nato dall'oscura penna di Abbott a fine '800, è tanto più stupefacente quanto più a restituirne la dimensionalità piena, il dispiegamento nello spazio – quello piatto del mondo di provenienza, e quello dotato d'altezza in cui culmina l'iniziatico viaggio del quadrato – è una voce umana, quella straordinariamente duttile e rigorosa di Chiara Guidi.
Così, un universo geometrico dominato dalla forma osservata dal suo grado 0 – con i suoi curiosi abitanti poligonali, attentissimi alla configurazione e nemici d'ogni irregolarità, chiaro sintomo di depravazione, trasparenti correlativi oggettivi geometrici della società vittoriana - si traduce in una partitura vocale composta con millimetrica precisione ed eseguita con geniale perizia.
Effetti sonori stranianti si succedono a sussurri, strepiti, cantati ritmatissimi e balbettii deliranti assemblando un magma sonoro e un corredo rumoristico così ricco, denso e scandito nel suo succedersi da restituire la pulizia del disegno matematico del testo di partenza così come quella dello sparito musicale e vocale, il teso d'arrivo, la partitura della Guidi.
L'acuto (sic!) pamphlet di Abbott, in surreale e matematico equilibrio tra Alice nel paese delle meraviglie e Voyage autour de ma chambre, trova dunque nella stupefacente e virtuosa vocalità di Chiara Guidi e negli effetti sonori di Marco Olivieri l'ideale contrappunto a questa piccola rivoluzione copernicana, introducendoci con delicata ironia all'inquietante, sofferta ed inevitabilmente desiderata moltiplicazione delle prospettive del possibile – esistenziale e spirituale, prima ancora che geometrico.
E la forma, tradotta in voce, è la grande e unica protagonista: le sue declinazioni geometriche, che per inerzia tendiamo ad esiliare entro domini lontani dal reale, si rivelano infine, mediati dal respiro umano, come i modi naturali ed elementari con cui l'esistente si offre alla nostra percezione, ciò da cui ogni possibile s'informa, ogni conoscenza prende le mosse.
La transizione, fragile e destinata allo scacco, dalla dimensione euclidea all'infinità d'uno spazio inusitato e impensabile, apre, attraverso il delicato ed attentissimo uso delle corde vocali della più grande interprete italiana, gli occhi della mente, i soli, veri, in grado d'accogliere una visione così potente, che scompagina alla radice il senso stesso dell'essere e del mondo.
Come una rivelazione mistica, come un sogno rivelatore sospeso tra dubbio, beatitudine e follia, la forma che sempre si significa e che nel caso presente è voce, pura o sporcata, cristallina od opaca, spalanca con scarni mezzi scenici (una scrivania, un microfono, un metronomo, alcune lampade da tavolo sferiche, un cubo luminoso) una costellazione di Senso implacabile, trascendente e scintillante: una visione sonora, una reale contraddizione in termini portatrice di Bellezza.

Giulia Morelli

Ultima modifica il Domenica, 22 Settembre 2013 20:56

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.