lunedì, 26 settembre, 2022
Sei qui: Home / G / I GIGANTI DELLA MONTAGNA - regia Mauro Failla e Alessio Bonaffini

I GIGANTI DELLA MONTAGNA - regia Mauro Failla e Alessio Bonaffini

"I giganti della montagna", regia Mauro Failla e Alessio Bonaffini "I giganti della montagna", regia Mauro Failla e Alessio Bonaffini

Primo studio su I GIGANTI DELLA MONTAGNA di Luigi Pirandello
Adattamento e Regia: Mauro Failla e Alessio Bonaffini
Costumi: Cinzia Muscolino
Luci: Giovanni Maria Currò
Con Alessio Bonaffini, Mauro Failla
e gli allievi della Masterclass di Clan Off Teatro - Messina:
Kasia Albrecht, Maria Bonanno, Gaetano Citto, Gabriele Giliberto, Santi Interdonato, Giovanna Letizia, Serena Meo, Azuna Mirabella, Enrico Nania, Stella Policastro.
Personaggi e interpreti:
La compagnia della Contessa
Ilse, detta ancora La Contessa - Kasia Albrecht
Il Conte, suo marito - Gaetano Citto
Diamante, la seconda donna - Giovanna Letizia
Cromo, il caratterista - Mauro Failla
Spizzi, l’attor giovane - Gabriele Giliberto
Battaglia, generico donna - Azuna Mirabella

Gli Scalognati
Cotrone, detto Il mago - Alessio Bonaffini
Il nano Quaqueo - Santi Interdonato
Duccio Doccia - Enrico Nania
La Sgricia - Stella Policastro
Mara-mara con l’ombrellino, detta anche la Scozzese - Serena Meo
Milordino - Maria Bonanno

Produzione Clan degli Attori - Messina
Capo d’Orlando (ME) Museo-Parco di Villa Piccolo 
presso Fondazione Famiglia Piccolo di Calanovella 3 agosto 2022

www.Sipario.it, 12 agosto 2022

Una Villa incantata, un insieme di insoliti personaggi così diversi tra loro uniti in una forma di improbabile convivenza. Una commedia da rappresentare che forse non è finzione ma ricordo: il ricordo della vita terrena. Il mago Cotrone conduce, con mille artifici, queste anime, alla consapevolezza del nuovo stato di esistenza, e ognuno lo comprende a suo modo, chi prima e chi dopo. Giocano a fare i fantasmi immaginando di mettere in scena la “favola del figlio cambiato”: la storia del bambino rapito dalle streghe e sostituito con uno deforme. Intanto il mago accoglie nella sua fantomatica compagnia i nuovi arrivati: il Conte, la Contessa e il loro piccolo seguito, anche loro con un dramma da rivivere. I personaggi si incontrano per poter chiarire a loro stessi il significato di questo luogo e il motivo per cui si trovano lì. La vita oltre la montagna è caotica e ossessiva, popolata da terribili Giganti; ma ormai resta solo da capire che questi non potranno più nuocere. La messa in scena del dramma è l’atto finale della permanenza in questo focus, il modo per uscire da questo territorio sospeso e prendere ognuno la propria strada negli infiniti sentieri dell’inesistenza.
E’una produzione Clan degli Attori di Messina la rappresentazione de I Giganti della Montagna di Luigi Pirandello che ha preso vita a Capo d’Orlando il 3 agosto, nel suggestivo scenario del prato di Villa Piccolo, nell’ambito della rassegna Ingressi di paesaggi 2022. Villa Piccolo è la casa-museo appartenuta a Agata Giovanna, Casimiro e Lucio Piccolo oggi di proprietà della Fondazione Famiglia Piccolo di Calanovella presieduta dall’Avv.Andrea Pruiti Ciarello. Un luogo magico ricco di storia e di mistero diventa lo scenario naturale per rappresentare un’opera teatrale altrettanto ricca di suggestione. La facciata di Villa Piccolo diventa il fondale ove si proiettano le lucciole e le stelle, l’erba fresca del prato sostituisce le consuete assi del palcoscenico, il frinire delle cicale si unisce alla voce degli attori e ai suoni dello spettacolo. La fantasia è vita dove tutto prende forma.
Lo spettacolo è il prodotto di un anno di studio e impegno nell’ambito della masterclass organizzata dall’associazione Clan degli Attori di Messina e tenuta dagli attori e docenti Mauro Failla e Alessio Bonaffini. Gli stessi hanno curato la riduzione e l’adattamento di questo testo definendolo un primo studio su I Giganti della Montagna, ultima e incompiuta opera scritta dal grande drammaturgo siciliano. Un percorso di tecnica teatrale, approfondimento dei contenuti, consapevolezza scenica e tanto impegno premiato dalla realizzazione di uno spettacolo altamente qualificato e gratificante.
Gli allievi attori hanno interpretato i propri ruoli con sicurezza e credibilità, sostenuti dalla professionalità comprovata dei loro docenti che rivestivano i panni del mago Cotrone (Alessio Bonaffini) e di Cromo (Mauro Failla).
I costumi di Cinzia Muscolino hanno rivestito non solo i personaggi ma il luogo stesso, con la loro eleganza e funzionalità.
Le luci curate da Giovanni Maria Currò hanno illuminato la bellissima Villa Piccolo trasformandola nella Villa della Scalogna del testo pirandelliano.

Eliade Maria Grasso

Ultima modifica il Domenica, 14 Agosto 2022 11:12

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.