giovedì, 17 ottobre, 2019
Sei qui: Home / L / LOVE IS MY SIN, SONETTI DI WILLIAM SHAKESPEARE - regia Peter Brook

LOVE IS MY SIN, SONETTI DI WILLIAM SHAKESPEARE - regia Peter Brook

Love is my sin, sonetti di William Shakespeare Love is my sin, sonetti di William Shakespeare Regia Peter Brook

adattati da Peter Brook
con Natasha Parry e Michael Pennington
musicista Frank Krawczyk
luci di Philippe Vialatte
produzione Théatre des Bouffes du Nord
al Teatro Filorammatici (Piacenza) 2009

www.Sipario.it, 3 dicembre 2009

Peter Brook da qualche tempo alterna allestimenti compiuti con mise en espace di testi – per lo più letterari – in cui il marchio di fabbrica del regista è dato dall'essenzialità della scena e da attori che si fanno parola incarnata. E' accaduto per Ta main dans la mienne con Natasha Parry e Michel Piccoli, impegnati a dar respiro all'epistolario di Anton Cechov e Olga Knipper, è accaduto con Le grand inquisiteur di Dostoevskij, recitato da Maurice Bènichou. Con Love is my sin Peter Brook si immerge nel mondo di passione e gelosia dei sonetti di William Shakespeare. La scelta dei componimenti poetici si articola su quattro sezioni intitolate: il tempo famelico, La separazione, La gelosia e Il tempo sconfitto. Brook ha tentato di fornire andamento narrativo alla sua scelta antologica, suggerendo che quanto viene detto in scena, che le parole di Shakespeare poeta possano in un certo qual modo raccontare la storia amorosa della coppia che sta in scena, di quell'uomo (Shakespeare) e quella donna/uomo che percepiscono lo scorrere del tempo e quasi in un diario comune raccontano del loro amore, della gelosia che irrompe, del dolore della lontananza, fino alla possibilità ultima di sconfiggere il tempo, proprio grazie alla forza eternante dell'amore e della poesia. «Eppure i miei versi, attraversando il tempo,/ malgrado la sua mano crudele, celebreranno il tuo valore», si legge nel sonetto n° 60. Questo è la cornice narrativa, dichiarato dallo stesso regista: «Con questa sorprendente raccolta, penetriamo nella vita segreta di Shakespeare. Scopriamo il suo diario, le sue confidenze, la sua passione, la sua gelosia, le sue colpe, la sua disperazione, e soprattutto il suo interrogarsi sul senso profondo della sua attrazione per un uomo, per una donna – e per l'atto stesso della scrittura». Se queste sono le dichiarazioni di intenti, sulla scena si assiste ad una semplice mise en espace, a una lettura drammatizzata dei sonetti che si fa apprezzare per i sonetti in sé piuttosto che per la realizzazione scenica e la stessa interpretazione degli attori. Il teatro da camera, il teatro intimo di Peter Brook si connota dunque – almeno in questo caso – come un mezzo per far risuonare la parola poetica di Shakespeare. Natasha Parry e Michael Pennington si muovono fra uno sgabello e l'altro, si scambiano sguardi amorosi e alla fine si avviano insieme verso il fondo della scena come due amanti che concludono all'unisono la loro avventura esistenziale. Tutto ciò non basta per far assurgere Love is my sin da semplice lettura scenica a testo spettacolare autonomo, rispetto alla vertiginosa poesia dei sonetti di Shakespeare che merita pur sempre l'ascolto rapito dello spettatore.

Nicola Arrigoni

Ultima modifica il Domenica, 22 Settembre 2013 06:27

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.