lunedì, 14 ottobre, 2019
Sei qui: Home / M / MELA - regia Romano Bernardi

MELA - regia Romano Bernardi

Mela Mela Regia Romano Bernardi

di Dacia Maraini
Regia di Romano Bernardi
Scene di Cinzia Puglisi
Costumi di Sorelle Rinaldi
Luci di Sergio Noè
Con Luisa Ippodrino, Debora Bernardi, Alessandra Cacialli
Prod.: Associazione Città Teatro
Teatro Brancati dal 12 al 29 aprile 2012

www.sipario.it, 21 aprile 2012

I veri amici, diceva Brecht, si accolgono in cucina. Per Dacia Maraini invece autrice di Mela, un bel testo dei primi anni '80, ricco di sfumature psicologiche, messo inscena da Romano Bernardi con garbo e senza fronzoli, la cucina diventa il luogo delle confessioni più intime, quelle che rivelano, con accenti realistici, tre donne di tre diverse generazioni che vivono nella stessa casa: la nonna Mela (Alessandra Cacialli), la figlia Rosaria (Debora Bernardi) e Carmen, figlia di quest'ultima (Luisa Ippodrino). Rosaria è l'unica che porta soldi a casa con le sue traduzioni dal portoghese, ama-riamata da 13 anni, ognuno nelle proprie case, un tale di nome Costante col quale ha condiviso lotte studentesche sessantottine, crede ancora nella trasformazione della società in senso democratico, è lei che cucina stira e riassetta e si fa un mazzo così per mandare avanti questo piccolo gineceo familiare e nei momenti di sconforto si rivolge alla compagna Santini raffigurata in un quadretto. Mela è una nonna giovanile, canticchia spesso voglio vivere così col sole in faccia, raggranella qualche lira in teatro come suggeritrice, accettando talvolta d'essere utilizzata come attrice, si tiene in forma frequentando maschi più giovani di lei, non disdegnando rivitalizzanti rapporti sessuali e per le sue notturne uscite sbarazzine batte cassa alla figlia. Carmen è una giovane studentessa svogliata e viziata, è fidanzata con un tale Mario e serba in seno un segreto di quelli pesanti che riesce a svelare solo alla nonna e non alla madre, che non s'accorge di quello che sta succedendo almeno da un paio d'anni sotto i suoi occhi. Un segreto che manderà in aria i suoi sogni decidendo d'uccidersi col gas in un giorno in cui gli operai della centrale hanno deciso di fare sciopero e chiudendo lei lo spettacolo con una grande risata. Brave le tre protagoniste, applauditissime e a loro agio sulla scena architettata da Cinzia Puglisi, vestite con i costumi Sorelle Rinaldi. Un ennesimo successo al Teatro Brancati diretto oculatamente da Tuccio Musumeci.

Gigi Giacobbe

Ultima modifica il Mercoledì, 09 Ottobre 2013 11:34

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.