lunedì, 16 settembre, 2019
Sei qui: Home / P / PPP ULTIMO INVENTARIO PRIMA DI LIQUIDAZIONE (hommage à Pier Paolo Pasolini) - regia Stefano Ricci

PPP ULTIMO INVENTARIO PRIMA DI LIQUIDAZIONE (hommage à Pier Paolo Pasolini) - regia Stefano Ricci

"PPP Ultimo inventario prima di liquidazione", regia Stefano Ricci "PPP Ultimo inventario prima di liquidazione", regia Stefano Ricci

drammaturgia ricci/forte
regia Stefano Ricci
con Giuseppe Sartori, Anna Gualdo, Liliana Laera, Anna Terio, Cécile Basset, Stéphanie Taillandier
assistente regia Ramona Genna
scene Francesco Ghisu
costumi Gianluca Falaschi
movimenti Francesco Manetti
ambiente sonoro Andrea Cera
direzione tecnica Danilo Quattrociocchi
produzione ricci/forte | CSS Teatro stabile di innovazione del FVG in coproduzione con Festival delle Colline Torinesi
Teatro Elfo Puccini, Milano, dal 13 al 18 marzo 2018

www.Sipario.it, 15 marzo 2018

Il pensiero di Pasolini, l'oggi e la loro somiglianza

La drammaturgia di Ricci/Forte omaggia il pensiero di Pier Paolo Pasolini, riportandolo all'oggi in una sorta di confronto con l'inventario, rilevazione dei valori e dei significati contenuti dentro l'Uomo attuale della società italiana. Omologazione del pensiero, assenza di una riflessione critica, appiattimento dei comportamenti su standard conformisti sono i concetti risultanti da questo inventario che appaiono ancora più sconvolgenti alla luce delle parole pensate dallo scrittore friulano. Concetti che ritroviamo già nel pensiero di Pasolini e che, quindi, assumono i connotati di una profezia o, meglio, di un continuum concettuale che caratterizza la società di oggi come quella di quegli anni. L'operazione con cui la regia di Stefano Ricci da corpo e forma teatrale a questo inventario, avviene attraverso un'estetica dal forte impatto emotivo in cui i suoni, le musiche, le luci, i video e il movimento dei corpi contengono già, nel loro manifestarsi, il risultato della riflessione critica a cui i due autori vogliono arrivare. Ed è proprio questa estetica registica a costituire la parte più interessante del lavoro di Ricci/Forte che, diretta come una freccia, ci restituisce le emozioni prima dei significati intellettuali/concettuali che seguono. In tutto lo spettacolo non c'è una vera e propria storia. L'impianto narrativo è costituito da frammenti, appunto, estetici ed emotivi insieme alle parole che scorrono velocemente su uno schermo. Si capisce sentendo e non pensando a quello che avviene in scena. È uno spettacolo intriso di poesia, di una poesia a volte spiazzante in cui la perfomance degli attori si manifesta nelle scene corali da cui rimane lontano, e in disparte, il Pasolini interpretato da Giuseppe Sartori; come a voler significare la sua presenza critica, il suo giudizio, la sua condanna intellettuale, la sua liquidazione nei confronti della nostra attualità alienante ed alienata.

Andrea Pietrantoni

Ultima modifica il Giovedì, 15 Marzo 2018 22:59

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.