lunedì, 18 gennaio, 2021
Sei qui: Home / T / TUTTO - regia Alessio Nardin

TUTTO - regia Alessio Nardin

Tutto Tutto Regia Alessio Nardin

di Rafael Spregelburd
regia Alessio Nardin
compagnia Evoè!Teatro
con Silvio Barbiero, Emanuele Cerra, Martina Galletta, Gabriella Italiano, Matteo Spiazzi
voce off Clara Setti, disegno luci Marco Manfredi, proiezioni e video Davide Vidale, suono e musiche Lorenzo Zanghielli, supervisione costumi Anja Tavernini, con il contributo artistico di Viviana Leoni, Marta Marchi, Clara Setti
in collaborazione con Teatro Cartiera di Rovereto
Teatro Aurora, Marghera (Venezia), 31 gennaio 2013

www.Sipario.it, 4 febbraio 2013

A volte porsi le domande giuste è più importante che trovare le risposte: è questo lo spirito che serve per approcciarsi a Tutto, testo teatrale di Rafael Spregelburd, autore, attore e regista argentino, molto apprezzato anche nel panorama teatrale italiano (due volte premio Ubu per miglior opera straniera con Bizarra nel 2010 e Lùcido nel 2011).
Cinica e irriverente comicità ma anche leggerezza, ritmo e assoluta attenzione per il linguaggio, sono gli ingredienti che rendono Tutto uno spettacolo interessante e sperimentale.
A confrontarsi con questo complesso lavoro è Alessio Nardin, regista della compagnia Evoè!Teatro, che ha saputo cogliere le sfumature del testo e adattarle per la messa in scena in italiano.

Perché tutto nello Stato diventa burocrazia?
Perché tutta l'Arte diventa un affare?
Perché tutta la Religione diventa superstizione?
Tre le domande, tre i quadri che si sviluppano in scena, espedienti per mettere in luce la realtà del presente.

I personaggi che animano le vicende sono kitsch, nevrotici, affetti da manie e psicosi nascoste sotto uno strato di apparente normalità, sono complessi a tal punto da aver bisogno di voci narranti onniscienti ed esterne per rivelare i loro sentimenti e pensieri più profondi. Sono compulsivi ma hanno fretta di sbarazzarsi delle cose, si sentono degli dei minori ma non sono in grado di stare al mondo, continuano ad accanirsi contro gli oggetti e contro i propri sentimenti ma solo perché hanno un estremo bisogno di affermazione. I loro umori si alterano a causa di frivole discussioni che degenerano in atti di suprematismo e sovversione, come bruciare il denaro o i libri, inutili tentativi per guadagnarsi, solo per un attimo, la libertà da catene imposte dalla società e da loro stessi. Ed ecco allora che diventa necessaria la presenza di elementi atavici, primari, come il fuoco e l'acqua, presenti in tutti e tre i quadri, che assumono valenza di mezzi salvifici, di purificazione e redenzione.

Il mondo di Tutto sembra descrivere una realtà proiettata in un universo parallelo dove le parole assumono nuove valenze e le intenzioni dei personaggi diventano la vera chiave di volta per la comprensione delle azioni.

Quella di Spregelburd è una scrittura sperimentale che si svela pian piano, riuscendo indubbiamente a catturare la curiosità degli spettatori; la regia di Nardin, anch'essa basata sulla ricerca e sull'innovazione, è riuscita a sfruttare e sottolineare la potenza narrativa del testo, semplificando al massimo scenografia, luci e suoni e lavorando, invece, sul ritmo e sulla carica espressiva degli attori che ben hanno saputo reggere il confronto con il testo. Dunque un'operazione complessivamente riuscita che ha trovato anche notevole consenso da parte del numeroso pubblico del Teatro Aurora di Marghera.

Valentina Dall'Ara

Ultima modifica il Domenica, 22 Settembre 2013 20:44

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.