martedì, 29 novembre, 2022
Sei qui: Home / V / LA VIA DEGLI ALBERI – di e con Pino Petruzzelli

LA VIA DEGLI ALBERI – di e con Pino Petruzzelli

Pino Petruzzelli in "La via degli alberi". Pino Petruzzelli in "La via degli alberi".

di e con: Pino Petruzzelli
Regia: Pino Petruzzelli
Produzione: Teatro Ipotesi e Fondazione Luzzati – Teatro della Tosse
Genova, Teatri di Sant'Agostino dal 4 al 6 novembre, 19 e 20 novembre 2022

www.Sipario.it, 17 novembre 2022

Non esiste un limite alla bravura di un artista come Pino Petruzzelli, creatore di una forma di teatro riconoscibile ma mai simile a se stessa, dove il cammino intrapreso tra attore e pubblico diventa una serena via di piacevolezza. Lontano dagli estremi ecologici e dall'imposizione di uno sguardo, Pino Petruzzelli ci regala nuovamente una perla di teatro dal titolo La via degli alberi. Se da una parte ci troviamo a seguire un vero e proprio percorso geografico e naturalistico ricco di sana curiosità, dall'altra il pubblico riesce a formarsi e a riflettere sulle tracce di un testo davvero piacevole. Su di un palco inizialmente vuoto, se non per un semplice telo disposto a terra, Pino Petruzzelli dà inizio ad una particolare ibridazione tra teatro e narrazione, conferendo nuovo senso all'uno e all'altro. Massimo, il protagonista de La via degli alberi, guida sé stesso e chi ascolta il suo racconto in una rassegna poetica di cartoline dall'Italia (e dalla propria coscienza) dove la dedica è scritta dai rami e dalle radici degli alberi. Quella raccontata è una filosofia di vita dove esiste un dialogo tra uomo e Natura, raccontato come una delle chiavi possibili della felicità. La via degli alberi, come diversi degli spettacoli di Pino Petruzzelli, parte da una aspetto naturalistico ed ecologico ma parla di una visione totale su di un'umanità incamminatasi nell'auto-sabotaggio e sulla china del feticismo per la tecnologia. Tutto è inscritto in un racconto sempre leggibile e dove i piani narrativi sono chiari e usufruibili. Petruzzelli fa vedere ci che vedono gli occhi di Massimo, rapisce così come il protagonista è rapito, immerso in visioni che hanno l'eco di un'arte soave. Pino Petruzzelli è sempre solo in scena e si serve di voci e gesti per dare le fondamentali pennellate su sfondi dolci e amari, che parlano sempre dell'Uomo e dei tesori che lui nasconde a sé stesso. Ognuna di questa cartoline è viva di dialetti diversi, che l'attore porta in scena come simpatiche caricature. È, quello di Massimo, un cammino che sa di epico, dove emerge la dolce epicità di alberi millenari e che cercano di colmare la distanza che l'Uomo ha posto fra sé stesso e questa sua dimensione. L'albero di limone, il carpino, il castagno, il larice e l'ulivo accompagnano Massimo e il pubblico con echi quasi danteschi, ognuno raccontando la propria storia e il suo rapporto con gli uomini. Questi alberi, che ascoltiamo come ascolteremmo vecchi saggi, ci parlano di una dimensione naturale dove è ritrovabile un antico, eppure eterno, soffio di vera vita. Sembra, nella chiusura dello spettacolo, quando Massimo porta il suo lavoro ad un sarcastico capo del giornale, che molto sia vano e che il cammino possa solo essere personale e nascosto agli avidi occhi del progresso umano, così come le stesse radici degli alberi sono nascoste agli occhi dell'uomo. Rimane, per Massimo, una splendida scoperta personale. L'esperienza per gli spettatori de La via degli alberi non nasconde invece nulla, avendo assistito ad uno spettacolo piacevole e di confortante serenità.

Gabriele Benelli

Ultima modifica il Sabato, 19 Novembre 2022 09:06

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.