lunedì, 28 settembre, 2020
Sei qui: Home / Recensioni / Rassegna Festival / VATRALLA - OPERAEXTRAVAGANZA al Giardino Segreto, "L’elisir d’amore", regia Mario Gallo. -di Pierluigi Pietricola

VATRALLA - OPERAEXTRAVAGANZA al Giardino Segreto, "L’elisir d’amore", regia Mario Gallo. -di Pierluigi Pietricola

"L’elisir d’amore", regia Mario Gallo "L’elisir d’amore", regia Mario Gallo

L’elisir d’amore
di Gaetano Donizetti
con solisti, coro e orchestra diretti dal M° Luigi De Filippi
Adina – Maija Rautasuo

Nemorino – Ilmari Leisma

Dulcamara – Lorenzo Bartolucci
Belcore – Paolo Ciavarelli

Giannetta – Emanuela Della Torre
Regia di Mario Gallo 
Coro di OperaExtravaganza
Ensemble del Tritono
Direttore Luigi De Filippi
Stagione 2020
Operaextravaganza al Giardino Segreto – Vetralla 15 Agosto 2020

Donizetti sapeva quanto la realtà avesse bisogno di magia. Dove tutto è calcolo e bieco interesse, bastano un trucco o una piccola bugia: ecco il mondo mutare aspetto, persone e situazioni volgere a nostro favore. L’elisir d’amore nasce da qui: dal desiderio di colorare un mondo grigio con le tinte della fantasia.
Tutta la vicenda ruota attorno ai capricci di Adina: ragazza volubile, civettuola. Ella ama vedere gli uomini soffrire nel corteggiarla. Ogni sua occhiata mira a risvegliare i più taciuti desideri. Anche Nemorino, ingenuo e rozzo ragazzotto, è attratto da Adina. Ma lei non lo bada. Anzi: preferirà cedere alle lusinghe del sergente Belcore, uomo aitante e con un ruolo di tutto rispetto. Nemorino, però, non si arrende. Chiederà l’aiuto di Dulcamara, saltimbanco specializzato nella vendita di potenti elisir d’amore. Al povero, disperato Nemorino darà una pozione efficacissima, potentissima: del buon vino rosso. Il giovane innamorato la berrà fino all’ultima goccia. Ebbro come non mai, finirà per infastidire Adina, che per ripicca si decide a sposare Belcore, tanto ne è innamorata. Sentimento che, però, è subito pronta a riporre nel cuore di Nemorino, da poco diventato ricco grazie all’eredità lasciatagli da un suo zio appena deceduto. Tutto è bene quel che finisce bene. Anche per Belcore? Ma certo! Il mondo è sempre pieno di fanciulle da conquistare.
Dell’opera di Donizetti è andata in scena una deliziosa riduzione al Giardino segreto a Vetralla per la regia di Mario Gallo. Pur mancando di originalità drammaturgica, con dei tagli rispetto alla versione originale non felici, questo Elisir d’amore è stato delizioso, brioso, vivace, variopinto, esilarante. Aleggiava sullo spettacolo una leggerezza che richiamava alla memoria il teatro migliore di Alberto Savinio.
Strepitoso Paolo Ciavarelli, che ha tratteggiato un Belcore divertentissimo. Questo giovane, eclettico e talentuoso interprete del teatro d’opera italiano, ha dato vita a un personaggio buffo senza mai cedere alla tentazione della caricatura. Vocalmente è stato il migliore: armonici rotondi, limpidi, caldi, potenti. Ciavarelli ha il dono di saper suonare al meglio il suo strumento curando ogni nota con vigile attenzione.
Simpaticissima la Adina di Maija Rautasuo, con la sua voce pulita e puntuta negli acuti, deliziosamente civettuola.
Il Nemorino di Ilmari Leisma non è stato brillante: mancava, purtroppo, sia di vocalità che di presenza scenica.
Molto bravo, invece, Lorenzo Bartolucci nei panni di Dulcamara. Notevole, soprattutto nelle note basse, la sua voce sempre rotonda e sempre limpida.
Discreta la direzione d’orchestra affidata a Luigi De Filippi, che ha saputo dare alla partitura quell’equilibrio di innocenza e di perfidia che, insieme al resto, fanno dell’Elisir d’amore un’opera mirabile, una vera perla del nostro teatro lirico.
Aveva ragione Savinio: per far bene il teatro occorrono fantasia e leggerezza. Ciò che questo Elisir d’amore ci ha offerto con grande grazia.

Pierluigi Pietricola

Ultima modifica il Martedì, 18 Agosto 2020 19:03

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.