lunedì, 18 ottobre, 2021
Sei qui: Home / Recensioni / CINEMA / (CINEMA) - "Titane" di Julia Ducournau.

(CINEMA) - "Titane" di Julia Ducournau.

"Titane" di Julia Ducournau "Titane" di Julia Ducournau

Titane
(Francia, 2021)
di Julia Ducournau
Con Agathe Rousselle, Vincent Lindon, Garance Marillier, Laïs Salameh, Bertrand Bonello e Dominique Frot
Distribuito da I Wonder Pictures.

Titane di Julia Ducournau, Palma d’Oro a Cannes è il film che segna la rinascita del Cinema Troisi.
Dopo 8 anni di chiusura, la sala romana riprende a vivere grazie all’impegno dei ragazzi del Piccolo America, Associazione attiva da 10 anni che realizza in questo modo il sogno di uno spazio che resterà illuminato anche a proiettore spento: Il Cinema Troisi inaugura, infatti, la prima aula studio in Italia attiva 24 ore su 24 tutti i giorni dell’anno.
Una rivoluzione culturale che parte dalle periferie e arriva al centro della capitale marcando la vittoria di lunghe battaglie burocratiche da parte di un gruppo di giovani che con estrema generosità si sono impegnati per il bene di tutti. Il cinema non più solo come spazio di fruizione ma anche di creazione.

E mai luogo fu più propizio per la proiezione in anteprima nazionale di un film come Titane, controversa opera seconda della regista francese che dopo Raw (Grave) torna ad immergersi nelle torbide acque del body horror e partorisce una delle storie più disturbanti e disarmanti concepite fin ora.

Alexia (Agathe Rousselle), vittima di un’incidente stradale che da bambina l’ha portata ad avere una placca di titanio conficcata nel cranio, ha un rapporto morboso con le macchine. Ballerina in un salone di auto si unisce ad una di queste in un atto sessuale dopo aver ucciso senza alcun rimorso un fan invadente, e ne rimane incinta.

E’ dunque evidente da subito che per potersi addentrare nel film e goderne della genialità è richiesta una completa sospensione dell’incredulità.

Alla prima vittima ne seguono molte altre, come se la gravidanza avesse risvegliato in Alexia un istinto omicida latente che diventa a questo punto incontrollabile. La donna sembra guidata da un forza altra che la porta ad annichilire la sua femminilità in una delle scene più violente del film fino
ad assumere l’identità di Adrien, un ragazzo scomparso da bambino e che il padre Vincent (Vincent Lindon), pompiere dipendente da steroidi, continua disperatamente a cercare. Che Vincent creda davvero di aver trovato in Alexia il figlio smarrito o meno è un dettaglio. L’incontro tra i due dà vita ad un rapporto intimo, umano, oltre ogni definizione, oltre ogni ruolo possibile e spinge entrambi i personaggi ad esporre la propria essenza.

Titane è una commovente storia umana che usa il genere per raccontare due solitudini che si uniscono, che si trovano alla deriva per poi convergere e diventare amore puro al momento del parto.
I due interpreti (Agathe Rousselle e Vincent Lindon) si mettono a nudo esponendo con una generosità rara il loro lato oscuro, distruttivo e annientante, sono di una malleabilità sorprendente e si mettono totalmente a servizio della storia, che per quanto incredibile, ha un che di mitologico perché libera e rappresenta la tragedia umana in tutta la sua potenza.
Julia Ducournau ci regala momenti indimenticabili che rimarranno impressi nella nostra memoria come la placca di titanio nel cervello della protagonista.

D.G.

Ultima modifica il Sabato, 25 Settembre 2021 19:52

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.