lunedì, 20 maggio, 2024
Sei qui: Home / H - I - J - K / INVISIBILI - regia Aurélien Bory

INVISIBILI - regia Aurélien Bory

"Invisibili", regia Aurélien Bory "Invisibili", regia Aurélien Bory

progetto, scenografia e regia Aurélien Bory
collaborazione artistica e costumi Manuela Agnesini
collaborazione tecnica e artistica Stéphane Chipeaux-Dardé
Con Blanca Lo Verde, Maria Stella Pitarresi, Arabella Scalisi, Valeria Zampardi, Chris Obehi e Gianni Gebbia
Musiche Gianni Gebbia e Joan Cambon
Luci Arno Veyrat
Scene Pierre Dequivre, Stéphane Chipeaux-Dardé, Thomas Dupeyron
direzione tecnica Thomas Dupeyron
direttori di scena Mickaël Godbille, Thomas Dupeyron
direttore del suono Stéphane Ley
direttori delle luci Arno Veyrat, François Dareys
Produzione Teatro Biondo Palermo / Compagnie 111 – Aurélien Bory
Coproduzione Théâtre de la Ville-Paris / Théâtre de la Cité – Centre dramatique national Toulouse Occitanie / La Coursive scène nationale de La Rochelle / Agora Pôle national des Arts du cirque de Boulazac / Le Parvis scène nationale Tarbes Pyrénées / Les Théâtres de la Ville du Luxembourg / La Maison de la Danse – Lyon / Fondazione TPE – Teatro Piemonte Europa 
Teatro Astra (Torino), 11 > 14 aprile 2024

www.Sipario.it, 17 aprile 2024

Un artista e un autore dedito ai viaggi, alle scoperte, appassionato di contaminazioni culturali, visita la città di Palermo e ne resta come folgorato: al punto da rispondere al desiderio, quasi alla necessità, di raccontarla, a partire da un’opera d’arte molto rappresentativa (nella sua sensibilità e percezione delle cose, chiaramente). Nasce, così, Invisibili, spettacolo ideato da Aurélien Bory, coreografo e regista francese di fama internazionale: un’opera che accoglie in sé (è il caso di usare questo verbo) la danza, la musica e la parola; che porge uno spaccato intenso, il racconto vibrante di una città a partire dall’affresco Trionfo della Morte di Palazzo Abatellis (rappresentazione allegorica della peste bubbonica, che colpì duramente la città di Palermo).

Chi sono gli invisibili? Prima di tutto, non si può evitare di badare alla connessione tra il titolo dello spettacolo e il tema Cecità della stagione teatrale nella sala che lo ospita, il teatro Astra di Torino. Tornando alla domanda, ciascuno spettatore può leggere attraverso le coreografie e le sequenze della pièce firmata da Bory, rintracciandone i protagonisti. Si può immaginare già dal titolo il tema affrontato nell’affresco Trionfo della morte, ma se del macabro vi si intravede esso si converte in potenza creativa e narrativa: qualcosa che l’impianto scenico di Bory valorizza; il coreografo francese cala l’affresco nel contesto attuale, rappresentando le piaghe che insanguinano la contemporaneità; le morti in mare e l’emergenza migranti, prima di tutto, ma anche le malattie che annichiliscono e isolano l’individuo, le guerre, le catastrofi naturali. La morte è la protagonista, il deus ex machina, il vertice che ci accomuna tutti – indistintamente – e intorno al quale noi altri danziamo – ora in maniera febbrile, ora più dolce e leggiadra –, come in balia. 

A Palermo Aurélien Bory compie diversi sopralluoghi, incontrando intellettuali e artisti con cui riflettere sulla vera identità della città. Artisti, musicisti e danzatrici sono appunto rappresentati sulla tela: le bravissime Valeria Zampardi, Blanca Lo Verde, Maria Stella Pitarresi, Arabella Scalisie (protagoniste sulla scena) a loro danno voce, corpo e anima; insieme a Chris Obehi, cantante nigeriano “adottato” da Palermo, al punto da scegliere di arricchire il suo repertorio con canzoni in lingua siciliana. 

In Invisibili centrali sono anche le musiche di Gianni Gebbia e Joan Cambon: insieme alle luci di Arno Veyrat, contribuiscono a una drammaturgia poetica e toccante, dove un affresco prende vita e si gonfia come un oceano, mentre le sedie diventano fantasmi e danzano come anime in pena.

Giovanni Luca Montanino

Ultima modifica il Mercoledì, 17 Aprile 2024 05:46

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.