venerdì, 19 luglio, 2024
Sei qui: Home / C / COME NEVE – coreografia Adriano Bolognino

COME NEVE – coreografia Adriano Bolognino

"Come neve", coreografia Adriano Bolognino "Come neve", coreografia Adriano Bolognino

coreografia Adriano Bolognino
danzatrici Rosaria DI Maro, Noemi Caricchia
musiche di Olafur Arnalds, Josin
costumi Club dell’uncinetto, Napoli
revisione testi Rosa Coppola
produzione Korper – Centro Nazionale di Produzione delle Danza
coproduzione Fondazone Teatro Comunale Città di Vicenza – Festival  Danza in Rete
con il sostegno di Orsolina28, Nitja Senter samtidskunts, Italian Institute of Culture in Oslo, Italian Embassy in Norway
Festival  Danza in Rete
Vicenza, Ridotto del Teatro Comunale, 1 aprile 2023 -  PRIMA NAZIONALE

www.Sipario.it, 13 aprile 2023

Ecco un altro giovane talento della danza contemporanea da tener certamente d’occhio, mentre in scena la luce del nuovo giorno emana fascino e rinascita, e offre agli eventi che stanno per nascere acrobazie istintive che quel fascino lo esaltano. In “Come neve”, coreografia di Adriano Bolognino, vincitore del Premio Danza & Danza 2022, fluttuante creatore di uno spettacolo dove la poetica si vive e non si immagina, le due entità dalle cadenze marionettistiche precise, accompagnate, si muovono in un’accecante scena con grazia perpetuata. Un sogno, emblema onirico portante verso il ricordo, la bellezza, che accalora e distribuisce amore, serenità, immerso in una colonna sonora avvolgente come una coperta di cachemire mentre fuori infuria il gelo. La neve richiamata dal titolo è l’immaginario fantasioso della visione bimbesca, infantile che anche per i grandi rinfresca, spazia ed esplora la mente, colloca il proprio stato di benessere in un angolo delle persone, sta loro accanto. E’ così che il magico andirivieni delle due danzatrici, Rosaria DI Maro e Noemi Caricchia, bravissime, si proietta in una visione che diviene unica, prospettivistica, charmant e sembra regalare la vita perfetta, ideale, quella per cui tutti dovrebbero esser nati, senza nascondersi , fuggire, soffrire. La lenta ballata mistica di Olafur Arnalds risuona continua e dolce come un bonbon pregno di gusto, ma non certo mielosa, facendo roteare i due corpi con ritmo delicato ma allo stesso tempo potentemente vivo. Che, attenzione, fonde il suo originale commento che accoglie la performance verso una rafforzante significanza di benessere, stato d’animo sentito da Bolognino quando ha disegnato le coreografie e scritto lo spettacolo. Una fusione che ne porta un’altra, un valore aggiunto di straordinaria vitalità dove il lavoro manuale crea e impera, i due a dir poco meravigliosi costumi di scena realizzati dal Club dell’Uncinetto di Napoli, colorati, meticolosomente confezionati da mani abilissime che aggiungono bellezza a bellezza, poesia a poesia. Un’altra arma vincente, si potrebbe dire, per questo balletto presentato in prima nazionale a Vicenza per Danza in Rete Off, festival di struttura artistica che sempre più offre e produce perle rare di raro fascino. Passano così in scena, sul palcoscenico, immagine e catarsi, magnificenza, in quello specchiarsi di anime su un selciato apparentemente grigio, quotidianamente ordinario dove bisogna poter vedere la bellezza, cercandola si fa presente. Dove anche il girare come dei dervisci colpisce, colora due fazioni intrise di tragedia in mossa viva, che osanna l’esserci, il rimanere bambino, l’essenza. Dove anche l’inseguirsi come autoscontri tra le due danzatrici porta a uno spasimo serenamente raggiunto e raggiungibile. E che belle, bellissime sono nella loro semplice regalità Rosaria DI Maro e Noemi Caricchia, interpreti perfette, rigorose, anch’esse, ca va sans dire, bellezza nella bellezza. Tanti gli applausi,meritati.

Francesco Bettin

Ultima modifica il Mercoledì, 19 Aprile 2023 23:01

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.