giovedì, 25 aprile, 2024
Sei qui: Home / C / CUMA/LE SACRE DU PRINTEMPS - coreografia Michele Ifigenia Colturi/Teodora Castellucci

CUMA/LE SACRE DU PRINTEMPS - coreografia Michele Ifigenia Colturi/Teodora Castellucci

Dewey Dell - "Le Sacre du Printemps". Foto Andrea Macchia Dewey Dell - "Le Sacre du Printemps". Foto Andrea Macchia

Cuma
COREOGRAFIA Michele Ifigenia Colturi
Musica originale: Tarek Bouguerra
DRAMMATURGIA Ciro Ciancio, Riccardo Vanetta 
Teatro Comunale - Sala Grande Ore 21.00
Dewey Dell
Le sacre du printemps
CONCETTO Dewey Dell 
COREOGRAFIA Teodora Castellucci
MUSICA Igor Stravinsky
39° TanzBozen/BolzanoDanza Microcosmo
Bolzano, Teatro Comunale - Spazio Studio, 17 luglio 2023

www.Sipario.it, 18 luglio 2023

L'idea giuda di questa 39a edizione di Bolzano danza /Tanz Bozen 2023, Microcosmo, è la stretta interrelazione che regge il mondo del sottobosco vegetale sia esso fatto di fughi licheni muschi le cui radici, il micelio, si ramificano e premettono di trasformare gli elementi, anche di scarto, in elementi vitali per la crescita naturale. Questo, per farci percepire quanto le relazioni sotterranee, le interconnessioni ramificate, siano fondamentali per le relazioni umane. Comprendere come il mito ancestrale e primordiale abbia determinato anche lo sviluppo del pensiero antropologico è quanto abbiamo intravisto e percepito nei due eventi della serata del 17 luglio: in comune la ricerca sulla mitologia, quella profetica e ancestrale affidata alla rievocazione della figura della Sibilla Cumana che dal suo antro ispirava vaticini, interconnessa ai riti primordiali di sacrifici alla terra nella visione della Le Sacre du Printemps rievocato dalla prorompente composizione di Igor Stravinsky. Nell'assolo Cuma, pensato da Michele Colturi intorno alla figura profetica della Sibilla Cumana, la sacerdotessa di Apollo, interpretata da Federica D’Aversa, viene rappresentata dal corpo, integralmente nudo, che appare nell’oscurità nel voler portare in vita un ultimo messaggio divinatorio. Musica elettronica, penetrante e incombente, accompagna i movimenti meccanici della danzatrice che mettono in luce il corpo evocato ma mai esibito, come nel forte momento del gioco chiaroscurale dove emerge come silhouette. 20 minuti di azione che si conclude con una sorta grido di morte e nell’ apparizione dell'immagine della profetessa in una vestizione grottesca, quasi a definire la definitiva eliminazione del senso del mito e del mistero dal mondo contemporaneo.

Mito che invece viene fortemente rievocato da un’idea della danzatrice Dewey Dell, su coreografia di Teodora Castellucci e musiche dalla Le sacre du printemps di Igor Stravinsky. Qui, con una reminiscenza che sempre attrae, Dewey Dell si ispira ai comportamenti del regno animale derivata dalle sue ricerche antropologiche sull'origine della vita. Un enorme bruco, in attesa della metamorfosi in farfalla dalle ali rosse, abita una caverna di cemento, uno spazio di non-vegetazione dentro il quale l’aridità sembra regnare sovrana. A dare forti segnali di vita ci proveranno le stravaganti figure che si susseguono nello spettacolo, sempre in lotta fra loro. Seguono forme umane come ricercatori di oggetti primordiali che ritrovati verranno trasformati in armi da guerra (immediato anche qui un forte riferimento cinematografico), con la conclusione che sarà nuovamente quel bruco primordiale ad avere il sopravvento in una ciclicità e rigenerazione della vita con la quale ritornerà farfalla, ma dalle ali nere. 

Spettatori che hanno partecipato con attenzione ai due eventi vicini nel tempo e nello spazio, mostrando soddisfatti della performance della Dewey Dell, confermando che la danza contemporanea riesce a riunire pubblici diversi per età e composizione culturale a dimostrazione della sua capacità di interpretare la complessità della contemporaneità.

Federica Fanizza

Ultima modifica il Mercoledì, 19 Luglio 2023 08:52

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.