mercoledì, 16 giugno, 2021
Sei qui: Home / R / RUCCELLO PER NOI - da un'idea di Giulio Baffi

RUCCELLO PER NOI - da un'idea di Giulio Baffi

Annibale Ruccello. Foto Peppe Del Rossi Annibale Ruccello. Foto Peppe Del Rossi

Da un'idea di Giulio Baffi

20 ottobre 2016, Teatro Nuovo, Napoli da mezzogiorno a mezzanotte

www.Sipario.it, 22 ottobre 2016

Maratona di emozioni e ricordi nel racconto degli artisti

Una maratona per celebrare l'artista, venuto troppo presto a mancare. Per ricordare l'uomo rapito all'affetto dei cari, l'artista sottratto al palcoscenico, ma anche alla strada e alla gente. Per parlare insieme di drammaturgia e soprattutto di passione.
A Giulio Baffi, critico teatrale del quotidiano La Repubblica (edizione Napoli) si devono l'idea e l'organizzazione di Ruccello per Noi: una giornata dedicata al drammaturgo Annibale Ruccello, scomparso in un incedente d'auto nel 1986. Un'intera giornata (da mezzogiorno a mezzanotte) per raccogliere testimonianze vive e aneddoti di indescrivibile tenerezza da parte di chi ha conosciuto Annibale, lavorato insieme a lui e condiviso emozioni forti. Ma anche un'occasione per riflettere sulla Nuova Drammaturgia, di cui Ruccello (insieme ad Enzo Moscato e a Manlio Santanelli) fu il massimo esponente a Napoli negli anni ottanta; su quel rivoluzionario linguaggio teatrale oggi riscoperto e rielaborato da nuove compagnie.
Immancabile la musa e amica di sempre, Isa Danieli, protagonista di un intervento live sul palcoscenico del Nuovo, ma anche della proiezione di Ferdinando, commedia scritta per lei da Ruccello (da molti considerata il suo capolavoro, vincitrici di ben due premi IDI), nella versione televisiva diretta da Giuseppe Bertolucci. Ma prima della Danieli è intervenuta Alessandra Borgia (sua coprotagonista in Ferdinando), che ha raccontato l'amicizia con Annibale: prima di tutto, attraverso l'impegno politico e sociale nell'ARCI e dunque nella cooperativa Il Carro (confluita poi nella compagnia Teatro Nuovo Carro), ma anche riferendo divertenti aneddoti giovanili. A proposito dell'attivismo di Ruccello, l'attore Angelo Corti ha ricordato come nei primi anni '80 il drammaturgo stabiese fosse l'unico a battersi per ottenere fondi regionali; una lotta condotta non solo per Il Carro, ma anche per compagnie di avanguardia come Falso Movimento (dello stesso Corti) e Teatro Studio (di Toni Servillo).
Presenza assai gradita quella di Mauro Carbonoli, produttore storico di teatro, nonché primo promotore e finanziatore della commedia Ferdinando: a lui Annibale Ruccello poco prima di morire affidò lo schema di un nuovo spettacolo che avrebbe scritto e messo in scena, intitolato Sangue Misto.
Numerosi durante la giornata (al di là delle testimonianze toccanti) i momenti di vero e proprio teatro, dedicati ovviamente ai testi di Annibale Ruccello: la compagnia di Domenico Ingenito ha eseguito (al buio, con l'accompagnamento di una solitaria e struggente chitarra) un passaggio de Le cinque Rose di Jennifer; il Gruppo MATREMO di Monica Palomby e l'associazione MUSAE di Giuseppina De Crescenzo hanno proposto le loro versioni di Mamma – Piccole Tragedie Minimali; Margherita Di Rauso ha fatto conoscere la sua intensa Ida in Weekend, recitando dal vivo l'emozionante favola della Signora con lo Zampone (contenuta nella commedia).
E ancora gli attori Antonella Romano e Franco Javarone, gli studiosi Massimo Andrei, Andrea Jerardi e il drammaturgo-regista Manlio Santanelli: tutti accorsi all'invito di Giulio Baffi per ricordare il grande Ruccello. Raccontare incontri di vita, ma soprattutto abbracci oltre la tragica morte, attraverso opere il cui fascino viene continuamente riscoperto. Per rivelare il Ruccello antropologo – appassionato di Proust ma anche delle soap opera Anche i Ricchi Piangono e Dinasty –, cantore di favole e tradizioni popolari. Rendere omaggio al poeta musicale (tra l'altro, assistente negli anni settanta di Roberto De Simone), al suo impegno e passione. Per tenere in vita le idee di un vulcano che non si spegne.

Giovanni Luca Montanino

Ultima modifica il Lunedì, 24 Ottobre 2016 10:15

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.