sabato, 21 settembre, 2019
Sei qui: Home / C / CORPO A CORPO - coreografia Roberto Zappalà

CORPO A CORPO - coreografia Roberto Zappalà

Gaetano Montecasino e Fernando Roldan Ferrer in "Corpo a corpo", coreografia Roberto Zappalà. Foto Serena Nicoletti Gaetano Montecasino e Fernando Roldan Ferrer in "Corpo a corpo", coreografia Roberto Zappalà. Foto Serena Nicoletti

Coreografia, regia e costumi di Roberto Zappalà
da un'idea di Nello Calabrò e Roberto Zappalà

Musiche: Nick Cave, Johannes Brahms
Realizzazione costumi: Debora Privitera
Luci: Roberto Zappalà
Direttore tecnico: Sammy Torrisi

Con: Gaetano Montecasino, Fernando Roldan Ferrer
Co-produzione Scenario Pubblico/Compagnia Zappalà Danza-Centro di Produzione della Danza e Bolzano Danza/Tanz Bozen.
MILANO, Festival MilanOltre, Teatro Elfo Puccini, 10 ottobre 2018

www.Sipario.it, 21 ottobre 2018

Corpo a Corpo: l'intima creazione su Caino e Abele

Un affondo e una riflessione sui primordi della storia dell'uomo è il lavoro dedicato a Caino e Abele dal titolo Corpo a Corpo firmato dal coreografo Roberto Zappalà, primo capitolo del percorso di ripensamento e "meditazione" sui figli di Adamo ed Eva. Una creazione, quella del coreografo catanese, che si inscrive fra le opere coreografiche volte a scandagliare gli itinerari empirici della violenza, del conflitto etico e del discernimento fra bene e male nel riferimento a quella prima lotta che struttura e pone l'avvio del dramma dell'uomo contro l'uomo.
Preludio di progressiva decadenza nella miseria dell'umano, l'episodio è trattato nel vocabolario di Zappalà con l'essenzialità dell'incedere coreografico: nelle battute iniziali lo svolgimento del tema sembra prediligere la minuta e intima elaborazione di un movimento recondito ma condiviso e che appare, a tratti, finanche ancestrale; nel prosieguo diviene manifestazione poderosa di urlo, conflitto, tensione, rifiuto, violenza preferendo l'affrancamento dall'eloquenza del vocabolario tersicoreo più elaborato per uno sviluppo immanente, vissuto, umano. In tale duplice itinerario coreico non è quasi mai dimenticato l'ineludibile riferimento alla relazionalità trascendente che è struttura e cardine di riferimento del tema scelto nella creazione.
Nei ruoli Gaetano Montecasino e Fernando Roldan Ferrer a dialogare con una struttura coreografia pensata nel reiterato riferimento a metafore, simboli e richiami che impongono letture ermeneutiche di prim'ordine: il dialogo fra Caino e Abele vive, specificamente, nel quadro di un incontro di pugilato e guadagna sviluppo nell'atto di contornare il perimetro dell'azione scenica con quel sale sparso che è, nel contempo, segno di multiforme e polivalente semantica.
Una creazione intima, questa, presentata in prima assoluta lo scorso mese di marzo a Catania e oggi proposta al pubblico milanese del Festival Milanoltre come spaccato di quella danza contemporanea che sa imporsi e divenire spazio di ripensamento e riflessione sull'umano. Un'indagine, nata da un'idea di Nello Calabrò e Roberto Zappalà e co-prodotta da Scenario Pubblico/Compagnia Zappalà Danza-Centro di Produzione della Danza e Bolzano Danza/Tanz Bozen, che in tale primo episodio è analisi di un vissuto colmo di fratture, intimità, rotture e che alla vigorosa scissione alterna condivisioni e prossimità quali cifre ineludibili dell'esistere in bilico tra immanenza e trascendenza.

Vito Lentini

Ultima modifica il Domenica, 21 Ottobre 2018 17:50

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.