lunedì, 20 maggio, 2024
Sei qui: Home / P - Q / PIERINO E IL LUPO - voce recitante Stefano Fresi

PIERINO E IL LUPO - voce recitante Stefano Fresi

Stefano Fresi in "Pierino e il lupo" Stefano Fresi in "Pierino e il lupo"

JuniOrchestra
Stefano Fresi
JuniOrchestra Young dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia
direttore Simone Genuini
voce recitante Stefano Fresi
Prokof’ev Marcia op. 99
Williams Highlights da Jurassic Park (arrangiamento Calvin Custer) 
Prokof’ev Pierino e il lupo
Roma – Auditorium Ennio Morricone 7-8 aprile 2024

www.Sipario.it, 8 aprile 2024

In Pierino e il lupo è la giocosità che regna. Ma questo non deve far pensare ad un’opera infantile, fuori dal mondo. È grazie a questo naturale “lasciatemi divertire” che la metafora di Prokof’ev acquista potenza.
Pierino è l’innocenza, l’apertura verso il conosciuto e l’ignoto. Il lupo è il male, che c’è ma non si vede. L’uccellino, l’anatra e il gatto sono gli amici di Pierino: un rapporto che simboleggia l’unità del protagonista con la natura. Il nonno brontolone è la diffidenza perpetua. I cacciatori, che giungono nel finale, sono l’opinione media poco raffinata. Contrapposizione perfetta a Pierino, che in virtù della sua innocenza rispetto a certi dettami sociali e del suo essere tutt’uno col mondo e la natura, è l’incarnazione dell’intelligenza più raffinata che non sbaglia mai. 
Qualità, queste, che gli strumenti chiamati a rappresentare ciascuno dei personaggi raffigurano grazie alle loro proprie sonorità: il flauto, leggero e svolazzante, per l’uccellino; l’oboe, lento e goffo, per l’anatra; il clarinetto dal suono vellutato è l’indolenza sorniona del gatto; il fagotto, con le sue note profonde, è il nonno brontolone; i corni e le loro sonorità spaventose sono il lupo; gli archi dedicati a Pierino e al suo fare giocoso; legni, timpani e grancassa per i cacciatori e le loro armi.
La giocosità, in questa versione di Pierino e il lupo andata in scena all’Auditorium di Roma il 7 e l’8 aprile, è stata maggiormente evidenziata da un programma arricchito da altre composizioni: la Marcia op. 99 sempre di Prokof’ev e dallo stile tipicamente fiabesco, tra il divertito e il fantasioso: come se ci si trovasse di fronte a un bimbo che, birbante, vuole metterci a parte di una storia che gli è accaduta, costi quel che costi; e un medley di musiche di John Williams per Jurassic Park, a sottolineare maggiormente che ci si trova in un’altra dimensione, un mondo parallelo. Dunque, un invito a uscire, seppure per un’ora e mezza, dalla nostra triste e grigia realtà.
Stefano Fresi non si è rivelato solo una straordinaria voce narrante, ma un attore divertito, appassionato, simpatico più che mai. Già dall’entrata in scena, cammina come chi sta per entrare in un luna park ed è pronto a sorprendersi, accettando tutto e credendo a tutto. Quando introduce gli strumenti, accompagnandoli con mimica molto espressiva e tonalità vocali ben delineate, è meraviglioso. Che bello vedere attori che, consapevoli del loro talento e della loro bravura, non hanno rinunciato a quel lato bambinesco che li rende amabili. 
Bravissimi i ragazzi della JuniOrchestra dell’Accademia di Santa Cecilia, che hanno sfoggiato un’impostazione molto professionale mai appesantita dal professionismo: ciò che ha reso il suono di ogni loro singolo strumento pieno di luce.
Merito anche di una direzione straordinaria: quella di Simone Genuini, che ha saputo lasciarsi trasportare dall’innocenza e dal divertimento dei suoi giovani orchestrali, dando vita a un gioiello di esecuzione. 
Un capolavoro.

Pierluigi Pietricola

Ultima modifica il Giovedì, 11 Aprile 2024 20:08

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.