lunedì, 15 luglio, 2024
Sei qui: Home / C / CONTRACTION/CONTRAZIONI - regia Francesco Saponaro

CONTRACTION/CONTRAZIONI - regia Francesco Saponaro

Valentina Acca e Federica Sandrini in "Contraction/Contrazioni", regia Francesco Saponaro. Foto Sabrina Cirillo, Ag Cubo Valentina Acca e Federica Sandrini in "Contraction/Contrazioni", regia Francesco Saponaro. Foto Sabrina Cirillo, Ag Cubo

di Mike Bartlett
Traduzione di Monica Capuani
Regia di Francesco Saponaro
Interpreti: Valentina Acca, Federica Sandrini
Scene: Lucia Imperato
Costumi: Daniela Salernitano
Disegno Luci: Luigi Della Monica
Aiuto regia: Serena Marziale
Produzione: Tradizione e Turismo- Centro di produzione teatrale
XV Edizione Campania Teatro Festival
Capodimonte- Praterie del Gigante 23-24 giugno 2022

www.Sipario.it, 28 giugno 2022

Già nel 1975 Vaclav Havel con Udienza (colloquio tra un capo e un operario d’un birrificio) aveva analizzato con accenti “assurdi” i meccanismi che portano alla repressione delle libertà individuali trasformando gli uomini in delatori, vittime e carnefici. Ma ancora prima nel 1951 Ionesco con La lezione, fra le più importanti opere del cosiddetto “Teatro dell’assurdo” aveva messo in guardia l’umanità, anche con toni comici, cosa significano i rapporti di forza, in questo caso tra un professore e le sue allieve, che hanno sempre un epilogo tragico. Breve premessa utile ad entrare nelle pliche di Contraction/Contrazioni, una pièce del 2008 dell’inglese di Oxford Mike Bartllett (classe 1980), ascrivibile certamente al genere dell’assurdo, messa in scena adesso come si conviene e nei modi più convincenti da Francesco Saponaro nello spazio delle Praterie del Gigante di Capodimonte con due brave e agguerrite attrici che di nome fanno Valentina Acca e Federica Sandrini: la prima nei panni d’una manager spietata d’una multinazionale che non si sa quali prodotti produce e vende, la seconda in quelli d’una impiegata, di nome Emma, continuamente chiamata a colloquio con quella specie di robot in gonnella di cui non si niente della sua vita privata. Sin dall’inizio viene ricordato alla lavoratrice che per contratto qualunque unione sentimentale, con descrizione di tutti i particolari affettuosi e sessuali debbono essere riferiti a lei. Con chi parla, di cosa parla, se si toccano dove e quante volte, se si bacia e fa sesso etc..etc…senza poter mentire in alcun modo perché le risposte dei maschi in questione debbono combaciare con le sue. Alla scenografa Lucia Imperato è bastato solo un lenzuolo steso, come quello dei cinema, con un uscio laterale, due sedie e un tavolo per dare l’idea d’un ufficio dove si svolge questa sorta di svuotamento della personalità altrui. O ti fai piacere il lavoro che fai o altrimenti puoi andare alla malora. Sembra questa la scritta che non c’è ma che avverti. Nella perfidia di quella donna si scorge il comportamento di tante altre donne che s’incontrano nella vita reale a capo d’un qualunque ufficio cui basta avere un piccolo potere per esercitare varie forme di cattiveria, giusto per farle sentire importanti, necessarie, le uniche che possono sedurti con lo sguardo o con intercalari per cui ad un “ottimo” segue sempre il modo per denigrarti. Per farla breve Emma troverà il suo Dario, si fidanzeranno, faranno l’amore, si sposeranno, avranno una bimba che vivrà pochi mesi e sarà questo il motivo della loro separazione, ognuno lontano dall’altro, senza più vedersi con depressioni varie e guarigioni per fortuna. In chiusura si vedrà una nuova Emma restaurata, sorridente come nata a nuova vita, integrata al suo posto di lavoro. Ma che Emma sarà?

Gigi Giacobbe

Ultima modifica il Martedì, 28 Giugno 2022 20:53

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.