mercoledì, 17 aprile, 2024
Sei qui: Home / G / GRAN GALA DI DANZA - coreografie varie

GRAN GALA DI DANZA - coreografie varie

Gran Gala Caracalla 2023 - "Il lago dei cigni", Maia Makhateli e Jacopo Tissi. Foto Fabrizio Sansoni, Opera di Roma 2023 Gran Gala Caracalla 2023 - "Il lago dei cigni", Maia Makhateli e Jacopo Tissi. Foto Fabrizio Sansoni, Opera di Roma 2023

PAQUITA (grand pas dal II atto)
Musica Ludwig Minkus. Coreografia Marius Petipa ripresa da Eleonora Abbagnato e Gillian Whittingham. Costumi Anna Biagiotti. Interpreti principali: Maia Makhateli e Jacopo Tissi.
IL CORSARO (pas de deux)
Musica Adolphe-Charles Adam, Cesare Pugni, Léo Delibes, Riccardo Drigo. Coreografia José Carlos Martínez. Costumi Francesco Zito. Interpreti: Susanna Salvi e Alessio Rezza.
PROUST OU LES INTERMITTENCES DU COEUR (pas de deux)
Musica Gabriel Fauré. Coreografia Roland Petit ripresa da Luigi Bonino. Costumi del Teatro dell’Opera di Roma. Interpreti: Michele Satriano e Giacomo Castellana. Violoncello solista: Andrea Noferini.
LA MORTE DEL CIGNO
Musica Camille Saint-Saëns. Coreografia Michel Fokine ripresa da Eleonora Abbagnato. Costumi Anna Biagiotti. Interprete: Alessandra Amato. Violoncello: Andrea Noferini. Arpa: Agnese Coco.
IL LAGO DEI CIGNI (pas de deux – cigno nero)
Musica Pëtr Il’ič Čajkovskij. Coreografia Marius Petipa. Costumi del Teatro dell’Opera di Roma. Interpreti: Maia Makhateli e Jacopo Tissi
BOLERO
Musica Maurice Ravel. Coreografia Krzysztof Pastor. Assistente coreografa Simonetta Lysy. Costumi Tatjana van Walsum. Interpreti principali: Rebecca Bianchi e Claudio Cocino.
Luci: Jean-Michel Désiré. Video: Igor Renzetti.
Orchestra, étoiles, primi ballerini, solisti e corpo di ballo del Teatro dell’Opera di Roma. Direttore: Alvise Casellati.
ROMA, Caracalla Festival 2023, Terme di Caracalla, 23 luglio 2023

www.Sipario.it, 25 luglio 2023

Caracalla Festival 2023: il Gran Gala di Danza

Dopo il successo inanellato con Cenerentola nella peculiare versione coreografica di Rudolf Nureyev, le proverbiali acclamazioni del Roberto Bolle and friends e lo spettacolo della Scuola di Danza la programmazione coreutica della presente edizione del Caracalla Festival firmato dal Teatro dell’Opera di Roma si conclude con il Gran Gala di Danza. Una serata, questa, che nella visione di Eleonora Abbagnato, a capo della troupe capitolina, guadagna la fertile prospettiva di accostare titoli cardinali del repertorio ottocentesco con emblematici lavori del secolo scorso.

L’inizio è affidato al Grand pas tratto dal secondo atto di Paquita nella coreografia di Marius Petipa ripresa da Eleonora Abbagnato e Gillian Whittingham. Nel personaggio del titolo l’étoile ospite Maia Makhateli dona  un’esecuzione tecnica di ottimo livello con particolare riferimento agli equilibri che inframezzano il vocabolario coreografico previsto, il suo Lucien è Jacopo Tissi, danzatore che Sipario segue fin dall’anno del Diploma presso la Scuola di Ballo dell’Accademia Teatro alla Scala confermandone, ogni volta, le eccellenti capacità affinate nel tempo. Valida anche l’uniformità estetica garantita dal corpo di ballo femminile nei molteplici segmenti del celebre stralcio tratto dal titolo di Ludwig Minkus. Ambedue gli ospiti, già seguiti lo scorso anno qui a Roma nel Corsaro firmato da José Carlos Martinez, tornano in scena, nel prosieguo della serata, con l’immancabile passo a due tratto dal terzo atto del Lago dei cigni: in questo caso Tissi sfrutta l’ampiezza del noto palcoscenico estivo romano per sfoggiare con disinvoltura le meravigliose prodezze della danza maschile in particolare nei salti e nei tour en l’air; la sua Odile consegna una variazione che giova di attitude e arabesque di rilievo.

Completano il programma i vigorosi affiatamenti e i morbidi dialoghi di Michele Satriano e Giacomo Castellana impegnati con il pas de deux tratto da Proust ou les intermittences du coeur di Roland Petit: il loro è un atavico legame che oltre a giovare di precisione tecnica squaderna credibilità e risolutezza. Se d’antan è la lettura che Alessandra Amato propone per la sua Morte del cigno, vigoroso è il pas de deux del succitato Corsaro riproposto da Susanna Slavi e Alessio Rezza. Nota di merito, nella chiusa, per la compagnia di danza impegnata con il Bolero di Maurice Ravel qui proposto nella versione coreografica di Krzysztof Pastor: una scelta appropriata in considerazione dell’estensione dello spazio scenico en plein air e delle peculiarità di questa creazione. Una prova tecnica notevole per omogeneità, stile, vocabolario e raffinatezza modulata con convincente dinamismo anche dagli interpreti principali Rebecca Bianchi e Claudio Cocino. Arricchiscono le scene le video-proiezioni che ornano visivamente gli stralci proposti quantunque impediscano la fruizione completa dell’ancestrale luogo romano che si riconferma fra i luoghi più suggestivi dello Stivale.

Una data unica, quella del Gran Gala di Danza alle Terme di Caracalla, che offre un contributo considerevole alla prospettiva interdisciplinare del Festival  - sposata con risoluta fermezza dal Sovrintendente del Teatro dell’Opera Francesco Giambrone - e dona l’opportunità di tornare ad apprezzare una compagnia che negli ultimi anni ha indubitabilmente guadagnato una validità che impone considerazione.

Vito Lentini

Ultima modifica il Venerdì, 28 Luglio 2023 23:15

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.