martedì, 01 dicembre, 2020
Sei qui: Home / P / PRIMO SANGUE – regia Mirko Di Martino

PRIMO SANGUE – regia Mirko Di Martino

Orazio Cerino e Errico Liguori in "Primo Sangue", regia Mirko Di Martino. Foto Valentina Cosentino Orazio Cerino e Errico Liguori in "Primo Sangue", regia Mirko Di Martino. Foto Valentina Cosentino

testo e regia di Mirko Di Martino

con Orazio Cerino, Errico Liguori
scene di Giorgia Lauro

aiuto regia Angela Rosa D'Auria

allenamenti presso il Circolo Nautico di Posillipo

a cura dei maestri d'arme Aldo Cuomo e Lorenzo Buonfiglio

duello e coreografie a cura del maestro d'arme Nicola De Matteo

foto Valentina Cosentino

produzione Teatro TRAM e Teatro dell’Osso
Napoli, Teatro Tram 25 ottobre 2020

www.Sipario.it, 27 ottobre 2020

Due fratelli sono costretti, d’improvviso, a ritrovarsi l’uno di fronte all’altro; dopo lunghi anni di indifferenza, distanze siderali attraversate solo da incomprensioni e non detti.
Aldo e Edoardo, due promesse della scherma: due figli che per qualsiasi padre sarebbero motivo di orgoglio; non per il loro, però, ossessionato da una sete costante di vittoria, dispotico allenatore, guida accecata dall’ambizione nel mondo delle gare sportive.
È questa la storia raccontata in Primo Sangue, testo e regia di Mirko Di Martino: un dramma sulle dinamiche familiari, prima di tutto, ma anche sui valori legati allo sport, come la lealtà e la dedizione; lo spirito di sacrificio, l’accettazione dei propri limiti e il potenziamento delle capacità. Uno spettacolo incredibilmente fisico - anche per questa ragione coinvolgente -, che sottopone il cast a una doppia, faticosa prova (d’altro canto, la immaginiamo come una sfida appassionante, che gli attori Orazio Cerino ed Errico Liguori raccolgono emozionando).
Aldo e Edoardo si incontrano per la prima volta dopo dodici anni, in una circostanza assai triste che sembrano vivere in modo opposto: l’imminente scomparsa del papà, gravemente ammalato. Una perdita che li obbliga ad affrontare le tensioni di una vita, ferite mai cicatrizzate. Aldo, il maggiore, non si rassegna a lasciare andare il genitore, ma soprattutto il motivatore, il faro guida, che ancora una volta lo spronerebbe ad affrontare nuove competizioni nella scherma. Edoardo, invece, da tempo è lontano dall’agonismo: non vuole più saperne di gareggiare, né di perdonare l’uomo che gli ha sottratto l’infanzia prima e l’adolescenza poi, in nome di uno spirito competitivo folle; bastonandolo, punendolo, esigendo sempre di più. Mai pago.
Eccoli i due fratelli, di nuovo l’uno contro l’altro, nella stessa palestra in cui il papà li allenava: Aldo e Edoardo incrociano le spade per disputare la finale mai combattuta e stabilire chi sia il migliore dei due, ma in realtà è contro i fantasmi del passato che lottano, cercando una verità riconciliatrice; ogni colpo o attacco all’avversario è, in fondo, una richiesta di aiuto. Solo parlandosi, i due protagonisti sconfiggeranno i rispettivi demoni.
Primo Sangue è uno spettacolo rigoroso e toccante. Un testo che graffia, rivelando la sua verità: salvarsi, a volte, significa essere più indulgenti con sé stessi. È emozionante vedere gli interpreti dello spettacolo (che si sono sottoposti a veri e propri allenamenti) fronteggiarsi sul palcoscenico, che è la pedana di un incontro di scherma; rapiti come in una danza leggera ed elegante, una coreografia di lotta al primo sangue.
L’ultima replica di Primo Sangue va in scena nell’intima caverna del Teatro Tram – storico spazio off partenopeo – domenica 25 ottobre, il giorno prima che le nuove ordinanze restrittive anti-covid entrino in vigore, decretando (tra l’altro) la chiusura di cinema e teatri. Vanificando tutti gli sforzi compiuti di recente da esercenti e direttori artistici per resistere, garantendo sicurezza al pubblico, oltre che intrattenimento. La sala, nonostante tutto, è piena: un segnale importante.

Giovanni Luca Montanino

Ultima modifica il Mercoledì, 28 Ottobre 2020 10:21

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.