lunedì, 22 aprile, 2024
Sei qui: Home / M / MARIE-ANTOINETTE - coreografia Thierry Malandain

MARIE-ANTOINETTE - coreografia Thierry Malandain

"Marie-Antoinette", coreografia Thierry Malandain "Marie-Antoinette", coreografia Thierry Malandain

coreografia Thierry Malandain
scene e costumi Jorge Gallardo
light designer François Menou
Cast
Ballet Biarritz
Marie-Antoinette Claire Lonchampt
Louis XVI Mickaël Conte
L’Impératrice Marie-Thérèse Irma Hoffren
Louis XV Frederik Deberdt
La comtesse du Barry Patricia Velazquez
Le comte de Mercy-Argenteau Guillaume Lillo
Axel von Fersen Raphael Canet
Joseph II Jeshua Costa
Musica Franz Joseph Haydn, Christoph Willibald Gluck
teatro La Fenice, Venezia 28 gennaio 2022

www.Sipario.it, 3 febbraio 2022

Il teatro La Fenice ha ospitato, prima rappresentazione italiana in esclusiva, il Malandain Ballet Biarritz con Marie-Antoinette, un vero balletto narrativo che, mescolando neoclassico e moderno, esplora gli ultimi giorni di vita esuberanti di un’icona che non ha bisogno di presentazioni, la regina di Francia Maria Antonietta. Il balletto riunisce il talento di Malandain come maestro di danza e la musica delle Sinfonie 6, 7, 8, Le Matin, Le Midi e Le Soir, di Franz Joseph Haydn e di Orfeo ed Euridice di Christoph Willibald Gluck. Il coreografo dipinge un quadro vivido della vita quotidiana alla corte reale francese prima della Rivoluzione, il netto contrasto tra l’affascinante raffinatezza di un’esistenza ornata da balli e feste aristocratici ed il suo lento declino fino alla tragica morte della sua protagonista. La coreografia, un viaggio molto speciale attraverso la vita ai tempi di Maria Antonietta, è splendidamente realizzata e impreziosita dai costumi sorprendentemente moderni ma ricchi, che stilizzano i modelli del tempo, di Jorge Gallardo. Questi costumi trasmettono il senso di eccesso della corte francese prima del declino decretato dal popolo parigino. Il balletto inizia col pranzo di nozze tra Maria Antonietta e il futuro re Luigi XVI e in quattordici quadri presenta i momenti chiave della vita della regina, intercalando scene sontuose a momenti più intimi, fino al giorno della sua partenza dal Palazzo Reale. Il palcoscenico sapientemente non viene sovraccaricato: sui tre lati grandi cornici rappresentano il palazzo e un’altra cornice al centro diventa via via tavolo, letto, sfondo. La musica selezionata scandisce i tempi narrativi, le nozze (Le Matin), le feste e la vita bucolica (Le Midi), e la fine di tutto (Le Soir), concorre a creare un'atmosfera raffinata e mette in primo piano gli interpreti, precisi ed eleganti, con gestualità ridotta, linee pure, voli delicati e movimenti corali calibrati, in accordo con lo stile del periodo barocco. Nella prima parte sembra di essere immersi in un carnevale e in uno stato di euforia permanenti. I ballerini, la corte, circondano il loro re, Michael Conte, molto bravo, ma soprattutto la loro preziosa, altezzosa regina, Claire Longchampt il cui portamento fa subito risaltare il personaggio. Non mancano duetti intensi, come il passo a due tra Luigi XV, Frederik Deberdt, e la sua amante, Madame du Barry, Patricia Velazquez, che sfoggia un sontuoso costume rosso, o quello affascinante e pudico che segna l’incontro tra Maria Antonietta e il nobile svedese Axel von Fersen, Raphael Canet. Il ballo in maschera e il gusto rococò per le ambientazioni bucoliche, il gioco a mosca cieca, poi la maternità, tutto è rappresentato con chiarezza e trasmette ricercatezza e raffinatezza. Arriva poi la presa della Bastiglia. Malandain la racconta con una sorta di sguardo retrospettivo sui momenti clou dello spettacolo, ma adesso tutti i personaggi sono in nero, come pure gli oggetti di scena. Ora la danza diventa malinconica e intrisa di gravità. La levità che richiamava la spensieratezza è sostituita momenti coreutici in cui prevale una gestualità dura e passi grevi, poi tutto finisce.
Questo balletto è un viaggio suggestivo ed emozionante in cui la danza pulsa, fondamentalmente gioiosa e leggera, sempre elegante, che lascia commossi come una bella fiaba.

Giulia Clai

Ultima modifica il Sabato, 05 Febbraio 2022 09:59

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.