giovedì, 19 maggio, 2022
Sei qui: Home / W - X - Y - Z / ZOBANE CALLING ON STAGE - regia Nicola Zavagli

ZOBANE CALLING ON STAGE - regia Nicola Zavagli

“Kobane calling on stage”, regia Nicola Zavagli “Kobane calling on stage”, regia Nicola Zavagli

tratto da  Kobane calling di ZEROCALCARE edito da BAO Publishing
adattamento e regia Nicola Zavagli

un progetto di Lucca Crea 
a cura di Cristina Poccardi e Nicola Zavagli
con  Massimiliano Aceti, Fabio Cavalieri, Marco Fanizzi, Michele Lisi, Carlotta Mangione, Alessandro Marmorini, Cristina Poccardi, Marcello Sbigoli, Pavel Zelinskij
e con  Andrea Falli, Martina Gnesini, Gabriele Tiglio, Matilde Zavagli
musiche originali  Mirko Fabbreschi 
video design  Cosimo Lorenzo Pancini 
maschere  Laura Bartelloni
assistente alla regia  Cristina Mugnaini 
luci  Giovanni Monzitta 
fonica  Alice Mollica 
costumi  Cristian Garbo
produzione Fondazione  Teatro di Napoli - Teatro Bellini
al Teatro Bellini di Napoli, dal 10 al 22 maggio 2022

www.Sipario.it, 12 maggio 2022

Kobane Calling è uno dei fumetti più famosi dell’autore italiano Michele Rech, in arte Zerocalcare: graphic novel che racconta un viaggio ai confini fra Siria e Turchia, dove i bombardamenti hanno distrutto le città, raso al suolo le case, ma dove il popolo dei curdi resiste ancora, tra la città assediata di Kobane e Rojava, esempio di forza, organizzazione e regole civili all’avanguardia, contro l’avanzata delle forze dello Stato Islamico e della religione del fanatismo dell’Isis. Un conflitto troppo spesso dimenticato, che oggi appare anche non più così all’ordine del giorno, come sottolinea lo stesso autore del fumetto, presente alla fine della rappresentazione per un confronto e un dialogo (con la partecipazione di Ylmaz Okan dell’Associazione Nazionale UIKI ONLUS in rappresentanza del popolo curdo in Italia, nonché dei direttori di Lucca Comics&Games, Teatri d’Imbarco e Teatro Bellini) , in quanto l’Isis non è debellato, ma ha probabilmente meno spessore di qualche anno fa, ma un conflitto anche tristemente e terribilmente attuale, uno spettacolo che ci ricorda lo scontro che ora il mondo segue con apprensione, quello tra la Russia e l’Ucraina e urla così, agli spettatori e a tutti, quanto sia assurda e orribile la guerra. Non viene spettacolarizzato l’atto dei giovani protagonisti che scelgono di partire volontari per aiuti umanitari e per un racconto alternativo della verità di guerra, ma viene invece mescolato tra drammatico e comico, tra serio e leggero, come da un fumetto è giusto che venga fuori questo tipo di trasposizione scenica. E assistiamo quindi alla scena paradossale di una madre che si preoccupa più di quanto si corra in auto in Siria e del fatto che il figlio le scriva un messaggio al giorno, piuttosto che della sua partenza per una zona di guerra. La mescolanza di linguaggi è tra l’altro tipica di molto teatro inglese o irlandese, da cui il regista Nicola Zavagli ha tratto in parte la sua ispirazione, mentre manca un po’ in parte del nostro teatro italiano contemporaneo e certamente un unicum è questo progetto, nato nell’ambito del Lucca Comics che, come e molto più in grande del Comicon di Napoli, è una vera e propria fiera del fumetto dove le tavole grafiche comandano fra gli stand. Il magico, poetico e comico mondo di Zerocalcare, che sembra vivere in una bolla, sfiorata tuttavia sempre dalla realtà e dai suoi accadimenti, sale così sul palco e tocca le corde del grottesco, delle battute serrate, dei siparietti comici e dell’impegno civile e politico, del “pippone”, i cosiddetti discorsi noiosi perché più seri e più veri, come sono chiamati dagli stessi attori. A renderlo ancora più dinamico e particolare sono le scenografie che sono realizzate tramite video design a cura di Studio Kmzero, con musiche originali di Mirko Fabbreschi e 13 giovani attori in scena, ragazzi preparati e capaci, che si articolano bene nel faccia a faccia e nel ritmo serrato, vivace e anche importante del tema che propongono e della struttura dell’opera.

Francesca Myriam Chiatto

Ultima modifica il Giovedì, 12 Maggio 2022 12:43

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.